ACCHIAPPACLICK Leggilo.org e le FALSE immagini per aumentare l’indignazione

Oggi mi hanno segnalato una notizia che gira su molti quotidiani:

La figlia dimentica di lavare i piatti, il padre le uccide i cani

La notizia è vera come abbiamo appurato in precedenza, ma nelle varie versioni che ho visto circolare, una ha catturato la mia attenzione:

Quello che mi ha colpito è la forte immagine di anteprima che compare quando si condivide il link su una pagina facebook o su un profilo twitter.

Diciamo subito che l’immagine NON HA NULLA a che vedere con la notizia, non è la fotografia dei cani della notizia, ma deriva da una notizia del 2013:

Ora la domanda che ci dobbiamo porre è:

tale immagine è stata caricata da chi condivide il post in pagina per avere più like ? la risposta è no.

Analizzando il codice dell’articolo originale troviamo questi dati:





og:image” content=”https://www.leggilo.org/wp-content/uploads/2018/05/cani-33.jpg” />
og:image:secure_url” content=”https://www.leggilo.org/wp-content/uploads/2018/05/cani-33.jpg” />





twitter:image” content=”https://www.leggilo.org/wp-content/uploads/2018/05/cani-33.jpg” />

 

og:image, og:image:secure_url, twitter:image sono elementi che vengono utilizzati dalle piattaforme Social per creare l’anteprima del link-articolo che poi verrà condiviso su Facebook. Tramite Facebook debugger è possibile creare/aggiornare un’anteprima del link dell’articolo che è stato appena pubblicato.

Praticamente hanno ricercato su google un’immagine usando come chiave “2 dogs killed”:

e l’hanno utilizzata come immagine di anteprima per Facebook per avere più like e condivisioni:

E ovviamente nell’articolo originale l’immagine “acchiappa-click” non compare perchè “nascosta” nel codice.

Quando condividete un articolo fate attenzione, fate molta attenzione.

L’articolo ACCHIAPPACLICK Leggilo.org e le FALSE immagini per aumentare l’indignazione sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.