BUFALA Picchiata infermiera italiana a bordo della nave Acquarius. Volevano abusarne

Cavalcare l’onda dei topic e inventare notizie nascondendosi dietro il dito della satira (leggi la nostra guida utile), è l’hobby preferito di chi fa l’elemosina sul web. In questi giorni, la loro ossessione è il caso Aquarius, trascritto erroneamente Acquarius. I bufalari più incalliti, costretti a chiudere i loro portali a seguito delle tonnellate di segnalazioni, ritornano sempre con nuovi siti freschi di giornata, esattamente come nel caso de il-quotidiano.info, che nella descrizione riporta:

” Il Quotidiano.info ” non è una testata giornalistica a tutti gli effetti, e non viene aggiornato quotidianamente. Alcune delle notizie riportate potrebbero essere inesatte o inventate a scopo satirico, per far riflettere o semplicemente per divertire. Vogliate comunicarci se qualche contenuto presente nel sito turba la vostra sensibilità, provvederemo a rimuoverlo o a modificarlo.

Il 18 giugno pubblicano:

La donna si era recata nella stiva della nave per recuperare dei viveri da distribuire, quando tre ragazzi tunisini di 27, 30 e 22 anni l’hanno afferrata da dietro e hanno iniziato a strapparle i vestiti di dosso, la donna dopo aver fatto resistenza è stata brutalmente picchiata, solo le urla e i rumori che hanno attirato alcuni membri dell’equipaggio l’hanno salvata da una fine quasi certa. La donna, una giovane infermiera di 27 anni ha riportato qualche livido ed un evidente stato di shock dovuto allo spavento,  è stata trasportata al più vicino ospedale di Valencia non appena sbarcata, e sottoposta a visita ortopedica e psichiatrica.

La domanda è una sola: era il caso? Perché inventare notizie di violenza sessuale proprio su questo tema?

L’intento, ovviamente, è accumulare visite attraverso il canale dell’odio. Gli autori delle bufale lo sanno: esiste un pubblico sempre più grande, affamato di razzismo e indinniazione, che ogni giorno attende una conferma alle proprie teorie d’insofferenza. La notizia non ha riscontro in alcuna testata, e non perché la stampa serva del potere vuole tenere i lettori all’oscuro. Semplicemente, il fatto non esiste.

La bufala è generata sfruttando le principali parole chiave dei trend di Google, tra cui AcquariusAquariusnave, migranti e via discorrendo, per dare cibo ai coprofagi del web.

L’articolo BUFALA Picchiata infermiera italiana a bordo della nave Acquarius. Volevano abusarne sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

BUFALA TG La7 “Secondo voi matteo salvini a fatto bene a non prendere in italia la nave acquarius?” – bufale.net

Sgrammaticato, scorretto: fake. Questo riassume un anonimo profilo che ha deciso di antagonizzare e capitalizzare sulla fama del noto giornalista Enrico Mentana attribuendosi loghi, marchi e loghi del TG La7 ed il titolo di “Maratona Mentana” per lanciare alcune sue particolari creazioni

Secondo voi matteo salvini a fatto bene a non prendere in italia la nave acquarius così chiudendo i porti

Voi avrete voluto più quale governo

Il meno che si richiede ad un fake per essere credibile è la capacità di esprimersi in un Italiano corretto: aiuta, e molto, notare che il fake è stato creato a tavolino ad Aprile del 2018,

in pieno periodo elettorale come uno pseudo commentario elettorale inframmezzato da notizie di cronaca che potremmo definire come esperimenti di Futurismo Marinettiano

Firenze, albero cade su un bus turistico: quattordici feriti controllato nel 2016

Pomposamente ribattezzati

In questo nuovo canale ci saranno ultim’ore, approfondimenti, continui aggiornamenti sullo sviluppo del paese e del mondo

Problema: comprensibilmente Mentana non ha apprezzato. Per niente.

Infatti, come tutti sanno, il vero account Twitter di TG La7 è esclusivamente questo.

Riconoscibile dal bollino blu di certificazione ed iscritto da 2012.

L’articolo BUFALA TG La7 “Secondo voi matteo salvini a fatto bene a non prendere in italia la nave acquarius?” – bufale.net sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

BUFALA TG La7 “Secondo voi matteo salvini a fatto bene a non prendere in italia la nave acquarius?” – bufale.net

Sgrammaticato, scorretto: fake. Questo riassume un anonimo profilo che ha deciso di antagonizzare e capitalizzare sulla fama del noto giornalista Enrico Mentana attribuendosi loghi, marchi e loghi del TG La7 ed il titolo di “Maratona Mentana” per lanciare alcune sue particolari creazioni

Secondo voi matteo salvini a fatto bene a non prendere in italia la nave acquarius così chiudendo i porti

Voi avrete voluto più quale governo

Il meno che si richiede ad un fake per essere credibile è la capacità di esprimersi in un Italiano corretto: aiuta, e molto, notare che il fake è stato creato a tavolino ad Aprile del 2018,

in pieno periodo elettorale come uno pseudo commentario elettorale inframmezzato da notizie di cronaca che potremmo definire come esperimenti di Futurismo Marinettiano

Firenze, albero cade su un bus turistico: quattordici feriti controllato nel 2016

Pomposamente ribattezzati

In questo nuovo canale ci saranno ultim’ore, approfondimenti, continui aggiornamenti sullo sviluppo del paese e del mondo

Problema: comprensibilmente Mentana non ha apprezzato. Per niente.

Infatti, come tutti sanno, il vero account Twitter di TG La7 è esclusivamente questo.

Riconoscibile dal bollino blu di certificazione ed iscritto da 2012.

L’articolo BUFALA TG La7 “Secondo voi matteo salvini a fatto bene a non prendere in italia la nave acquarius?” – bufale.net sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

BUFALA Aquarius: una nave negriera – bufale.net

È sotto gli occhi di tutti il triste viaggio dell’Aquarius: quello che è altrettanto sotto gli occhi di tutti è la perversa gara dei viralizzatori di ogni risma, genere ed ambiente per avere lo scoop più sugoso.

Uno scoop infatti fa tanti likes, tanti likes fanno tante condivisioni, tante condivisioni fanno tanti clic, e qualcuno pensa di aver trovato il cheat code dei soldi facili una calunnia anonima alla volta

L’Acquarius (sic!) è una nave negriera: l’equipaggio incassa il compenso solo se il viaggio si conclude in Italia, non nel porto più vicino. Per questo non è andata a Malta e ora non vuole andare a Valencia. Per questo non ha accettato di sbarcare donne e miniori e far salire a bordo gli aiuti, come offerto dal Governo Italiano. Le persone a bordo rendono solo se consegnate a destinazione e solo se non si crea il pericoloso precedente del respingimento. Altrimenti possono stare in mare e magari morirci.

Lasciamo preliminarmente la parola al mai abbastanza compianto Gary Coleman

Indubbiamente, che cosa stai dicendo Willis.

Questo melange di bufale è così contorto che non possiamo che cercare di spacchettarlo, iniziando dalle più plateali.

L’Aquarius avrebbe rifiutato gli aiuti del Governo? Falso!

A chi vogliamo credere, ad un tweet con foto di Medici Senza Frontiere che mostra il ricevimento dei rifornimenti sulla nave, o ad un post anonimo che rimbalza di profilo in profilo senza alcuna firma e che sbaglia anche il nome della madre?

L’Aquarius lavora per soldi perché le ONG vengono pagate dagli scafisti? Falso! Se avessimo un centesimo per ogni diffamatore seriale bugiardello che viene, anche da noi a millantare che siamo pagati da questo o quell’”ente disinformatore” salvo poi fuggire con la coda tra le gambe quando gli chiediamo di produrre contabili, oggi potremmo comprare un atollo privato e degli squali con dei laser sulla testa.

Invece non possiamo, ma voi potete liberamente riscontrare i bilanci delle ONG, come indicato dai reporter del Corriere della Sera.

E potete seguire il reportage di Marco Rizzo, giornalista, il quale vi fornirà la situazione aggiornata ed un po’ di specifico fact checking preso in loco

Voglio fare due appunti. Tra ieri e oggi si stanno diffondendo un sacco di bufale e fake news. Alcune partono dai social. Come forse sapete c’è gente che dedica il proprio tempo a creare immagini fasulle. C’è quella mitica del finto scontrino del Cie di Lampedusa, altre meno sofisticate come quella scritta su fondo giallo che in queste ore dice che l’Aquarius non “vuole” attraccare in Italia perché “non prenderebbe dei soldi”. È falso. È falso per almeno due basiche ragioni facilmente comprovabili:

• Le operazioni (come detto fino allo sfinimento) sono coordinate da MRCC Roma, ossia dalla Guardia Costiera. Abbiamo già detto quanto queste ultime mosse vadano contro i trattati internazionali, eppure è stata MRCC a tenere in stand by Aquarius, sentirsi dire l’appunto del capitano che 4 giorni di navigazione erano troppi, mandarla comunque a Valencia (suppongo, e sottolineo suppongo, dietro nuovi accordi internazionali). Non oso immaginare la confusione all’MRCC in queste ore, certificata da comunicazioni contraddittorie anche verso l’Aquarius. Non ho paura a dire queste cose perché queste comunicazioni sono registrate.

• In ogni caso, chi spaccia quella menzogna non si capisce su quale base lo faccia. I bilanci delle Ong sono pubblici. Questi “soldi” così vaghi che si dovrebbero ricevere da dove arrivano? come? a chi? perché? Ma davvero a nessuno viene il dubbio, condividendo con un click un testo DIFFAMATORIO, che sia falso?

Segue, inoltre, sul presunto rifiuto a scaricare una serie di Tweet di Medici Senza Frontiere

Come vedete, le fonti ci sono tutte, e non c’è bisogno a credere in sgrammaticate, anonime, calunnie.

L’articolo BUFALA Aquarius: una nave negriera – bufale.net sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.