PRECISAZIONI Corridoio progettato per impedire ai bambini di correre

La foto in questione è circolata negli ultimi tempi su internet, ma è stata fraintesa dalla maggior parte, che ha pensato ad una soluzione ottica per progettare un corridoio che impedisce ai bambini di correre.

pavimento

In realtà, pur essendo la foto autentica, e il corridoio realmente strutturato con l’illusione ottica mostrata nell’immagine, l’intento non era assolutamente quello di un effetto psicologico sui piccoli.

Il fraintendimento è nato dal fatto che questo corridoio è stato progettato e montato in uno showroom e non in una scuola.

La risposta dei costruttori

La foto del corridoio a scacchi che impedirebbe agli scolari di correre è diventata virale con la didascalia che lasciava intendere chiaramente l’intento deterrente. Ma un articolo pubblicato da American Web Media, nel marzo 2018, ha svelato il retroscena.

pavimento

Le illusioni ottiche possono essere molto divertenti quando rappresentano una sfida. Ma cosa succede se vengono utilizzate nella vita quotidiana per influenzare il modo in cui le persone interagiscono con il loro ambiente? Questo è quello che si è chiesto un interior designer quando cercava di capire come scoraggiare gli studenti a correre per il corridoio. I cartelli che dicevano loro di rallentare non funzionavano. Aveva bisogno di qualcosa di più creativo.

Decise così di dipingere le piastrelle sul pavimento in un modo speciale, per creare quell’illusione ottica.

Il corridoio è stato progettato da Casa Ceramica, un’azienda di piastrelle del Regno Unito, e si trova all’ingresso del loro showroom (non una scuola). Il design, in parte ispirato ad Alice nel Paese delle Meraviglie, ha richiesto più di 400 piastrelle. Sebbene il corridoio possa sembrare molto irregolare, il suo pavimento è in realtà una superficie perfettamente piana.

Casa Ceramica ha pubblicato un articolo esplicativo su questa immagine sul proprio sito web nel settembre 2017, quando l’immagine del loro insolito corridoio ha iniziato a girare su Internet:

casa ceramica

 

L’articolo PRECISAZIONI Corridoio progettato per impedire ai bambini di correre sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

PRECISAZIONI Corridoio progettato per impedire ai bambini di correre

La foto in questione è circolata negli ultimi tempi su internet, ma è stata fraintesa dalla maggior parte, che ha pensato ad una soluzione ottica per progettare un corridoio che impedisce ai bambini di correre.

pavimento

In realtà, pur essendo la foto autentica, e il corridoio realmente strutturato con l’illusione ottica mostrata nell’immagine, l’intento non era assolutamente quello di un effetto psicologico sui piccoli.

Il fraintendimento è nato dal fatto che questo corridoio è stato progettato e montato in uno showroom e non in una scuola.

La risposta dei costruttori

La foto del corridoio a scacchi che impedirebbe agli scolari di correre è diventata virale con la didascalia che lasciava intendere chiaramente l’intento deterrente. Ma un articolo pubblicato da American Web Media, nel marzo 2018, ha svelato il retroscena.

pavimento

Le illusioni ottiche possono essere molto divertenti quando rappresentano una sfida. Ma cosa succede se vengono utilizzate nella vita quotidiana per influenzare il modo in cui le persone interagiscono con il loro ambiente? Questo è quello che si è chiesto un interior designer quando cercava di capire come scoraggiare gli studenti a correre per il corridoio. I cartelli che dicevano loro di rallentare non funzionavano. Aveva bisogno di qualcosa di più creativo.

Decise così di dipingere le piastrelle sul pavimento in un modo speciale, per creare quell’illusione ottica.

Il corridoio è stato progettato da Casa Ceramica, un’azienda di piastrelle del Regno Unito, e si trova all’ingresso del loro showroom (non una scuola). Il design, in parte ispirato ad Alice nel Paese delle Meraviglie, ha richiesto più di 400 piastrelle. Sebbene il corridoio possa sembrare molto irregolare, il suo pavimento è in realtà una superficie perfettamente piana.

Casa Ceramica ha pubblicato un articolo esplicativo su questa immagine sul proprio sito web nel settembre 2017, quando l’immagine del loro insolito corridoio ha iniziato a girare su Internet:

casa ceramica

 

L’articolo PRECISAZIONI Corridoio progettato per impedire ai bambini di correre sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

PRECISAZIONI I bambini immigrati detenuti sono obbligati a recitare il giuramento di fedeltà

La polemica per la detenzione dei minori, figli di immigrati clandestini negli Stati Uniti, non accenna a placarsi. Ora una nuova critica è stata mossa a questa politica: sembra che i bambini siano costretti a giurare fedeltà agli USA, un Paese che li separa dalle loro famiglie.

A quanto sembra, la vicenda sarebbe stata confermata anche da alcune fonti autorevoli.

usa

I rapporti

Alcuni quotidiani, tra cui il Washington Post, hanno confermato la vicenda. Il redattore capo del giornale, Marc Fisher, ha riferito che il loro rapporto era basato su racconti di prima mano ottenuti dal corrispondente in Messico del Post, Kevin Sieff.

In alcuni casi, i bambini immigrati separati dai genitori e tenuti in centri di detenzione in tutto il paese, devono recitare il Pledge of Allegiance (il giuramento) ogni giorno.

Sono già 2.000 bambini separati dalle loro famiglie in custodia al Dipartimento della Sicurezza Nazionale. Prima dei rapporti, poco si sapeva sulle condizioni di vita all’interno delle strutture di detenzione.

Ora, da qualche settimana, gira voce sui social media che i bambini detenuti debbano recitare, in almeno una delle strutture, il giuramento. I social si sono scatenati, ricordando come la stessa sorte toccò ai bambini giapponesi-americani internati dal governo degli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale. Non vi fu internamento, ma i bambini furono costretti a recitare il giuramento di fedeltà.

bambini

Anche il sito web della radio WNYC ha confermato la vicenda, menzionando le tre agenzie di New York che si stanno occupando dei bambini: Abbott House a Westchester, Rising Ground a Westchester e MercyFirst a Long Island.

Qui i bambini frequentano la scuola, imparano l’inglese, ma devono recitare il giuramento di fedeltà.

 

L’articolo PRECISAZIONI I bambini immigrati detenuti sono obbligati a recitare il giuramento di fedeltà sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

NOTIZIA VERA I bambini immigrati in USA non hanno diritto al legale gratuito

Sta facendo molto discutere la situazione dei bambini, figli di immigrati clandestini, che sono stati separati dalla famiglia dall’amministrazione Trump a seguito delle pratiche di espulsione.

Una situazione drammatica, che in inglese viene resa ancora più cruda dal termine che in questa lingua si usa per le espulsioni dei cittadini: deportation.

bambini

Molti cittadini sui social hanno lanciato l’allarme anche sul fatto che questi bambini debbano affrontare da soli il tribunale, senza avere un patrocinio gratuito.

La situazione

Purtroppo la mancanza di rappresentanza legale gratuita per questi bambini, è una notizia vera confermata anche da Snopes.

Secondo alcuni quotidiani, questo non sarebbe nemmeno il primo caso, in America in cui un bambino affronta un tribunale senza nessuna tutela.

Il rapporto è del Texas Tribune. Il giornale spiega come il diritto costituzionale di essere rappresentati gratuitamente da un legale nominato dal tribunale, non si applica ai tribunali per l’immigrazione.

Anche alcuni avvocati dell’immigrazione, intervistati dal quotidiano, hanno confermato. I bambini immigrati soggetti a espulsioni o asilo non hanno diritto ai legali nominati dal tribunale.

bimbi separati

Resta la concessione di essere rappresentati gratuitamente da parte di un certo numero di organizzazioni senza scopo di lucro e studi legali che lavorano su base pro bono.
Fortunatamente, l’Ufficio per il reinsediamento dei rifugiati, che fa parte del Dipartimento della salute e dei servizi umani, stipula contratti con l’istituto no-profit Vera for Justice che si serve di più di una dozzina di organizzazioni in tutto il paese per fornire una rappresentanza legale gratuita e consulenza agli immigrati che devono affrontare l’espulsione.

L’articolo NOTIZIA VERA I bambini immigrati in USA non hanno diritto al legale gratuito sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

BUFALA COMPLOTTISMO Le 3 bufale sulle foto dei bambini annegati taroccate: un video contro il complotto – bufale.net

In questi giorni si è parlato tanto in Rete delle foto dei bambini annegati durante la traversata delle acque libiche. Per alcune ore sui social i post sono stati di pura e normale indignazione, mista a commozione nell’osservare i corpi di tre creature la cui vita è stata spezzata troppo presto.

Tuttavia, soprattutto oggi 1 luglio, si è incredibilmente rafforzato il partito dei complottisti, convinti che le stesse immagini riguardanti gli effetti del naufragio dei migranti siano in realtà un fake.

Perché tali post sono insensati oltre che inopportuni? Abbiamo individuato almeno tre ragioni. La prima riguarda una teoria degli stessi complottisti, che hanno evidenziato la carnagione chiara dei bambini. Si ignora a tal proposito il fenomeno della “saponificazione”, con l’elevata probabilità di alterazione del colore della pelle a seguito del naufragio dei migranti. In secondo luogo, si parla molto del braccio teso di una delle vittime presenti nelle foto dei bambini annegati, ignorando il fenomeno chiamato “rigor mortis”, o più semplicemente “rigidità cadaverica”.

La terza bufala riguardante la foto dei bambini annegati l’abbiamo invece condivisa poche ore fa su queste pagine. Come avrete già letto, infatti, si tratta di un chiaro fotomontaggio che ci mostra i soccorritori reggere il corpo di uno dei tre bambini all’interno di un teatro, come a voler dire che l’immagine ripresa sulla spiaggia che ha fatto il giro del mondo negli ultimi giorni sia stata ritoccata. In realtà di ritoccato probabilmente c’è solo il modo di pensare di chi alimenta una disinformazione davvero pessima in un contesto simile.

A questo punto vi lasciamo al video originale

Come avrete visto, questo video rafforza l’autenticità dei tragici fatti riportati dalle principali testate nazionali ed estere, a conferma dell’autenticità delle notizie e foto divulgate dalla stampa, sotto attacco da eserciti di complottisti in cerca di endorsement o convinti di improbabili teorie del complotto.

L’articolo BUFALA COMPLOTTISMO Le 3 bufale sulle foto dei bambini annegati taroccate: un video contro il complotto – bufale.net sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

DISINFORMAZIONE Proteste dei figli degli immigrati contro Obama? (foto)

Una foto mostra un gruppo di persone che mantengono un cartello di protesta che riporta “Obama non mi separare dalla mamma”.

Agli inizi del mese di giugno, quando tanti bambini sono stati separati dalle famiglie da parte degli agenti di immigrazione mentre varcavano i confini americani arrivando dal Messico, si scatenò un vero e proprio putiferio, con tanti troll che sfruttarono subito l’occasione per mettere in evidenza che l’ex presidente Barack Obama fece la stessa cosa durante il suo mandato (in realtà non è vero). Una parte di prove a sostegno di tale tesi erano rappresentate da una foto di un gruppo di manifestanti con un cartello che recitava “Obama non separarmi dalla mia mamma”.

Tale immagine era spesso oggetto di condivisioni che sostenevano che distruggesse la narrativa liberale e che Obama avesse tenuto i bambini in gabbia dopo la separazione dalle rispettive famiglie.

La foto è autentica ed è stata scattata durante l’amministrazione Obama nel 2014. Tuttavia esistono numerose differenze tra quella politica sull’immigrazione al centro della protesta e i campi di detenzione di minori che sono stati al centro delle discussioni durante questo mese.

Le famiglie vennero separate dall’amministrazione Obama dopo la deportazione di persone senza documenti dagli Usa. Le famiglie, invece, sono state separate dall’amministrazione Trump ponendo genitori e bambini in differenti strutture di detenzione dopo aver varcato il confine per chiedere asilo negli Usa.

Questa immagine, diventata virale, venne scattata dal fotografo dell’Associated Press Jose Luis Magana il 2 agosto 2014, quando i manifestanti chiesero a Obama di modificare le sue politiche di espulsione. Obama rispose dopo pochi mesi provando a trovare un equilibrio con un piano specifico in materia di immigrazione, cercando di concentrarsi sui criminali anziché sulle famiglie.

Quindi, la protesta nella foto non si riferisce ai bambini che sono stati separati dai genitori e collocati nei centri di detenzione.

 

L’articolo DISINFORMAZIONE Proteste dei figli degli immigrati contro Obama? (foto) sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

NOTIZIA VERA Clip audio registra bambini immigrati disperati negli Usa

Negli ultimi giorni si sta diffondendo una clip audio in cui si sentirebbero i pianti di alcuni bambini immigrati che si disperavano per la lontananza dai loro genitori.

 

Lo scorso 19 giugno hanno cominciato a circolare rumors e dubbi su una registrazione audio di bambini in difficoltà nei centri di detenzione per immigrati, sotto la custodia delle autorità di confine, in cui sembrano gridare delle parole molto somiglianti a “mamma” e “papà”.

Una versione di tale registrazione è stata pubblicata su Facebook da parte della pagina Occupy Democrats qualche giorno fa. In quel post, il dialogo, perlopiù in lingua spagnola, presentava una didascalia in lingua inglese. Le grida di “mamma” e “papà” erano facilmente riconoscibili (considerando che tanti madrelingua spagnoli chiamano la loro mamma mami o mamà, esattamente come tanti madrelingua inglesi chiamano la loro madre mommy, mama o mum).

In basso, il testo riportava la scritta “SOSTENITORI DI TRUMP: SIETE ORGOGLIOSI DI TUTTO QUESTO?”. Il post comprendeva anche un’apposita didascalia.

Occupy Democrats ha fornito il nome della fonte (ProPublica), ma nessun altro collegamento o ulteriori informazioni. ProPublica, il 18 giugno scorso, ha pubblicato un articolo in cui riportava che l’audio è stato ottenuto grazie a qualcuno all’interno di una struttura di protezione doganale degli Usa, ma che vuole rimanere nel più completo anonimato.

Una clip solamente audio di bambini immigrati che piangevano è stata caricata con l’articolo originale e aveva una durata superiore ai 7 minuti.

Nell’articolo, ProPublica ha anche riportato alcuni dialoghi che sono stati catturati dalla registrazione.

L’articolo NOTIZIA VERA Clip audio registra bambini immigrati disperati negli Usa sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

BUFALA ULTIMA ORA: Aquarius ha fatto annegare 9 bambini eritrei per incolpare il governo italiano – bufale.net

Non ha fine lo stillicidio di fake news relative all’Aquarius ed al suo carico umano. Il suo viaggio sarà anche finito da pochi giorni, ma la tortura e lo stillicidio delle bufale continue al verosimile scopo di attirare likes non si arresterà mai.

I viralizzatori, che giocano con la morte, la vita ed i sentimenti dei lettori per un pugno di condivisioni, questa volta ci lasciano il seguente testo

A bordo, è stato certificato, erano dispersi 9 bambini forse annegati. Dopo gli sviluppi è stato scoperto che i soccorritori due uomini di oltre 40 anni hanno gettato con la forza tre corpi in mare. Dopo le dichiarazioni dei soccorritori di Medici senza frontiere è stato dichiarato che le persone sono morte annegate per via del lunghissimo tragitto in Spagna e che se fossero sbarcati in Italia sarebbero sopravvisuti. Attualmente la Corte Europea dovrà occuparsi della faccenda.

In realtà, gli stessi volontari di Medici Senza Frontiere, parte diffamata da notizie di questo tipo, hanno già in passato dichiarato il numero delle vittime. Purtroppo, due dispersi. Per fortuna molti meno di quanto descritti dal viralizzatore di turno in una turpe scena indinniante

Nessun “soccorritore di oltre 40 anni che getta corpi con la forza”, quindi.

Nessun bambino eritreo morto durante la tratta dell’Aquarius.

Naturalmente, informeremo della cosa Medici Senza Frontiere.

L’articolo BUFALA ULTIMA ORA: Aquarius ha fatto annegare 9 bambini eritrei per incolpare il governo italiano – bufale.net sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

PRECISAZIONI Shock Edoardo Albinati: “Ho sperato che un bambino sull’Aquarius morisse”

Sta facendo discutere tantissimo in queste ore il video che sta girando su Facebook, in cui è possibile ascoltare l’audio di Edoardo Albinati, scrittore che a detta di molti è legato alla Sinistra, le cui parole sull’Aquarius hanno provocato immediata indignazione. Importante esaminare a fondo la questione, ma anche andare oltre la notizia e contestualizzando il tutto. In riferimento sia al discorso fatto dal diretto interessato, sia a quanto fatto in passato sul tema dell’immigrazione.

Andiamo dunque con ordine, perché l’audio in questione non concede all’apparenza attenuanti per lo stesso Edoardo Albinati: “Io ho pensato, ho desiderato che morisse qualcuno sulla nave Aquarius. Ho detto: adesso, se muore un bambino voglio vedere che cosa succede nel nostro Governo“. Andando oltre il virgolettato, si può sindacare il modo in cui lo scrittore si è espresso, ma il succo del suo discorso non è certamente rivolto alla speranza di vedere qualcuno morto a bordo dell’Aquarius.

Bisogna anche aggiungere, per chi non lo sapesse, che Albinati nel 2002 ha lavorato presso l’Alto Commissariato dell’Onu, al fine di dare il proprio contributo per i rifugiati in Afghanistan, senza dimenticare che nel 2004 ha partecipato a una missione dell’UNHCR in Cia. Insomma, non un personaggio qualsiasi e non una mente anti-immigrati sulla carta.

Immediata la reazione del Ministro dell’Interno, vale a dire Salvini, che a conti fatti è stato l’esponente politico più attivo sulla vicenda nel corso dell’ultima settimana. Il leader della Lega, dopo aver rafforzato la propria posizione a proposito della questione immigrazione (qui il nostro approfondimento sulla vicenda dei porti chiusi), ha commentato senza mezzi termini le parole di Edoardo Albinati, etichettando l’audio che sta girando molto sui social in queste ore con l’espressione “che vergogna”.

Detto questo, ognuno potrà maturare la propria opinione su Edoardo Albinati, prendendo naturalmente atto del video che vi proponiamo qui di seguito, ma anche di alcune doverose precisazioni che vi dovevamo per inquadrare al meglio il personaggio e il contesto. Al netto di un’uscita chiaramente infelice.

 

L’articolo PRECISAZIONI Shock Edoardo Albinati: “Ho sperato che un bambino sull’Aquarius morisse” sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

BUFALA Gay Pride di Roma: un gruppo di uomini che fingono di essere cani al guinzaglio – bufale,net

Esiste un tipo di bufala che abbiamo già visto altre volte: il viralizzatore di turno descrive una storia e la illustra immagini a supporto presesu Google Images. Trovatele, le pubblica come prova: il pubblico indinniato non si farà domande e condividerà ritenendo che “una foto su Internet” possa provare qualsiasi cosa. Non importa se provi immaginarie frasi di un Pertini insolitamente violento e buzzurro, o che il commissario Jim Gordon, migliore amico del supereroe Batman abbia inconfessabili simpatie fasciste tali da spingerlo a pubblici apprezzamenti per Mussolini assieme a Gandhi ed altri personaggi, o, come in questo caso, descriva scene del Gay Pride di Roma mai davvero esistite

Gay Pride di Roma, tre bambini seguono e fissano turbati e sconvolti un gruppo di uomini che fingono di essere cani al guinzaglio. Tutto regolare, se osi lamentarti sei omofobo e fascista e vai in carcere. No comment.

Se permettete, no comment lo diciamo noi.

La scena descritta infatti è tratta da una libera interpretazione di un segmento del West Pride di Gothemburg, in Svezia.

Ovviamente, l’ultima volta che abbiamo controllato sui nostri atlanti, Gothemburg non poteva essere in provincia di Roma, e la foto appare in un Tweet del 16 giugno 2016

Che tradotto suona:

Censuriamo Alfie Atkins, Tin Tin e Pippi Calzelunghe, ma nessuno reagisce quando i bambini vedono ciò? Ok, ma le persone sono una coppia?

Postato da un politico di destra che, notare, non parla di bambini scandalizzati, ma semplicemente trova, compatibilmente con la sua ideologia, disdicevole mostrare ai bambini un happening, uno spettacolo estemporaneo che ritiene inadatto.

Questa foto ha fatto suo malgrado il giro del mondo, venendo attribuita ad ogni singolo Gay Pride del pianeta, fino ad arrivare al 2018, dove diviene parte un po’ di foto delle prime manifestazioni dell’orgoglio gay in questo mese di giugno.

Non troviamo quindi giusto, né verosimile, costruire una narrativa personalizzata su ogni singola immagine acriticamente scaricata da Google Images.

L’articolo BUFALA Gay Pride di Roma: un gruppo di uomini che fingono di essere cani al guinzaglio – bufale,net sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.