NOTIZIA VERA E PRECISAZIONI Donna disarma ladro e sventa una rapina

Una donna senza paura è stata ripresa da un filmato mentre era intenta a sventare un furto. Non solo, le immagini mostrano che sia pure riuscita a sottomettere un uomo armato che stava provando a derubare alcuni partecipanti ad un evento connesso alla Festa della Mamma.

Il video in questione è vero. Qualche giorno fa, sul web e sui social si è cominciato a diffondere un video che metteva in evidenza una donna che è riuscita a disarmare e a bloccare un uomo che aveva da poco estratto una pistola e stava minacciando un gruppo di donne e bambini che erano in attesa di entrare in un locale.

Tanti utenti hanno pensato che si trattasse solamente di una messinscena. In realtà è tutto vero. La ragazza in questione è riuscita a compiere questo gesto coraggioso, anche se è successo tutto in Brasile e non negli Stati Uniti. C’è da aggiungere qualche considerazione, però, per chiarire tutta la faccenda.

Innanzitutto la donna che è intervenuta era un ufficiale di polizia militare fuori servizio che, in quel momento, era insieme a sua figlia di sette anni. Secondo quanto è stato riportato dal quotidiano brasiliano Folha de S.Paulo il ladro, un ragazzo di 21 anni, sarebbe morto per i tre spari ricevuti dalla donna, che l’ha colpito con la sua arma da fuoco per disarmarlo, in risposta al primo colpo partito dalla pistola del ladro, che però si sarebbe successivamente inceppata. Il ragazzo fu portato subito in ospedale, dove poche ore dopo morì per i colpi subiti.

In varie zone del Brasile questo tipo di incidenti sono piuttosto noti, soprattutto per via degli altissimi tassi di criminalità.

Ecco la fonte che ha fatto luce sulla notizia.

L’articolo NOTIZIA VERA E PRECISAZIONI Donna disarma ladro e sventa una rapina sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

ALLARMISMO Terremoti, la profezia: il 28 aprile un sisma distruggerà una città italiana – bufale.net

Avrete anche voi letto la terribile notizia: una nota veggente e profetessa brasiliana, dall’alto di un canale YouTube che preferiamo non citare in questo articolo allo scopo di evitare visualizzazioni, ma che senz’altro avete visto, ha dichiarato di essere a conoscenza di un grave sisma che il 28 Aprile, per motivi ignoti, raderà al suolo la città di Pozzuoli.

Blastingnews ha già riportato l’occorso, rilevando tutti i punti chiave della vicenda

La veggente si autoproclama “pastora brasiliana” nonostante sia approdata sui social network e anche sullo stesso canale di Youtube nelle vesti di compositrice e cantante. Ma nonostante questa sua “altra professione” afferma con convinzione di essere la portatrice di queste rivelazioni davvero inquietanti, datele dal Signore, secondo le quali “nella data del 28 aprile, ultimo sabato di questo mese, si verificherà un #Terremoto talmente violento da portare alla distruzione di tre metropoli”. La profetessa inoltre afferma di avere la sicurezza che una di queste sia proprio Pozzuoli.

Nonché facendo correttamente presente eventuali profili di questa vicenda

Il quesito che il mondo del web si pone è come mai questa brasiliana abbia scelto proprio la città italiana come protagonista di tale sciagura. Le sue affermazioni inoltre potrebbero anche diventare reato per procurato allarme. Che abbia scelto la città puteolana poiché sono noti i forti rischi sismici in cui incorre la zona? Potrebbe essersi trattato quindi di un semplice azzardo per ricevere notorietà e visibilità sui social? ma perché quindi far succedere tutto in una data così vicina e non prolungare il suo “momento di gloria”? Fatto sta che in qualsiasi caso la Chiesa dovrebbe pronunciarsi su tali profezie che vere o no sono diventate ben presto virali

Non abbiamo la risposta a tutte queste domande, ma alle domande principali sì.

Innanzitutto possiamo rassicurare gli abitanti di Pozzuoli: ad oggi è impossibile prevedere un terremoto con l’accuratezza che il video su YouTube, novello oracolo cumano, lascerebbe presagire.

Prevedere un terremoto significa invece “sapere in anticipo che nella zona x (per esempio una città) ci sarà un terremoto il giorno y, all’ora z di intensità A” cosicché la gente possa scappare all’aperto in tempo a salvarsi. Allo stato attuale delle conoscenze non e’ possibile prevedere un terremoto . Se invece intendiamo per previsione una previsione probabilistica, basata sullo studio di una certa area (studio della sismicità storica, recente, studio sismotettonico e geologico, ecc.) possiamo arrivare a “prevedere” per quell’area l’intensità massima e la frequenza dei terremoti che possiamo attenderci e quindi definire la pericolosità sismica dell’area stessa.

È quindi corretta un’analisi statistica che dichiari che una determinata zona è zona sismica, ovvero soggetta a terremoti che potrebbero colpire senza preavviso, raccomandando quindi rafforzate accortezze (edilizia antisismica, la predisposizione da parte della cittadinanza di kit di salvataggio permanentemente stivati in casa…) ma è erroneo ed allarmistico dichiarare di poter individuare una data in particolare.

L’esempio cardinale è il famigerato Big One californiano: tutti sanno che, prima o poi, la California sarà interessata da un forte terremoto potenzialmente in grado di devastare la città di San Francisco e tutte le località site lungo la Faglia di S. Andreas, tutti i cittadini sono pronti ad un’eventuale evacuazione il più rapida possibile, si continua a fare ricerche, prelevare campioni minerali e costruire in modo antisismico studiando il fenomeno, ma nessuno può dire se e quando vi sarà quel terremoto.

L’area di Pozzuoli è effettivamente sismica. È probabile che prima o poi un terremoto potrebbe esserci. Ma non possiamo dichiarare, non avendone gli strumenti, quanto sarà forte e quando accadrà.

Al contrario, dei profili relativi al procurato allarme vi abbiamo già parlato in passato.

Potete quindi evitare di condividere questa ed altre profezie, rassicurando i vostri amici particolarmente inclini alla credulità.

L’articolo ALLARMISMO Terremoti, la profezia: il 28 aprile un sisma distruggerà una città italiana – bufale.net sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

BEFFA Quest’uomo si trova all’ospedale Cardarelli di Napoli – bufale.net

I Bufalari sono persone senza alcuna fantasia. Trovato il contenuto virale che pompa, eccoli tutti quanti assieme a mungerlo come una mucca ormai del tutto spompata, assetati del latte della condivisione facile, facendo in modo che anche le beffe si trasformino facilmente in farsa.

Ricordate l’ormai tragicomica leggenda dell’Hacker che collega il sistema a Facebook, entità evanescente con più nomi che capelli?

Ora dimenticatela: il nuovo feticcio dei burloni (o dei pigri desiderosi di likes per pompare la loro paginetta ma con troppa poco fantasia per congegnare contenuti originali) è il famoso attore Andrew Lincoln, ritratto nel ruolo di Rick Grimes, ex sceriffo e sopravvissuto all’Apocalisse Zombie del telefilm The Walking Dead, in una sorta di perverso tour della bufala che se prima lo vedeva in stato confusionale a Catania e poi vittima di una sparatoria in Brasile

Quest’uomo si trova all’ospedale Cardarelli di Napoli. Ritrovato ferito, in grave stato confusionale e di deperimento, senza memoria. Aiutaci a identificarlo. Fate girare …

adesso lo vede al Cardarelli.

Spesso tra gli indinniati che sciamano tra i nostri commenti credendo di poter ridurre la nostra pagina al silenzio con le loro smargiassate salta fuori qualcuno a piatire tra i denti uno sgrammaticato

eeeeeeh, ma perché fate l’antibuffala buffala di questa buffala che è chiaro che è una buffala? Chi paka per fare l’antibuffala? Avete un piano segreto voi?

Ebbene, se sono tre giorni che vi diciamo che l’uomo misterioso nella foto è l’attore Andrew Lincoln, e nonostante questo lo stesso giorno in cui noi vi dimostriamo quello che voi dite ovvio basta che un altro viralizzatore cambi il nome della città per portarvi tutti ad oltre 62mila condivisioni, se per voi basta cambiare il nome della città dove il presunto smemorato dovrebbe trovarsi per credere che sia una bufala totalmente nuova, probabilmente lo smemorato non è lui ed i cialtroni non siamo noi.

Tanto per dire.

Auspichiamo vivamente di non doverci trovare, come per la tragicomica saga dell’hacker, a dover fare un articolo per ogni ospedale di Italia o del mondo perché il burlone medio sarà anche una persona con un discutibile senso dell’umorismo, ma il boccalone medio ha sovente una spocchia non sostenuta dalla sua memoria da pesce rosso.

L’articolo BEFFA Quest’uomo si trova all’ospedale Cardarelli di Napoli – bufale.net sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.