NOTIZIA VERA Canguro interrompe partita di calcio in Australia

La Nazionale Australiana di calcio che sta disputando i Mondiali in Russia viene chiamata “I Socceroos”. In realtà, una tipologia differente di soccer-roo ha letteralmente dominato il campo per una buona mezz’ora a Canberra, nel corso di un match di calcio femminile.

Il marsupiale fuorilegge –  come riporta Snopes – ha fatto la sua prima apparizione sul campo di calcio dello stadio nel corso dell’intervallo di metà domenica pomeriggio, in una partita tra le due squadre più forti della città, ovvero il Canberra Football Club e il Belconnen United, come è stato dichiarato poche ore fa da Amber Harvey, tesserato del Canberra FC.

Il canguro grigio ha fatto nuovamente la sua comparsa sul terreno di gioco nel corso del secondo tempo, completamente indifferente rispetto a tutti gli sforzi che la sicurezza stava facendo per allontanarlo. Così, l’animale ha ritardato il gioco per circa 32 minuti, come riferito da Harvey.

Alcune persone si sono avvicinate al canguro per provare a farlo uscire dal rettangolo di gioco. In quel momento, si è alzato in piedi: siccome era piuttosto imponente, gli spettatori hanno fatto rapidamente marcia indietro. Anche se nessuno probabilmente si è preoccupato realmente della sua presenza.

Sia i giocatori che i vari tesserati della società hanno provato in tutti i modi ad allontanare l’inatteso visitatore provando anche a tirargli delle pallonate non particolarmente violente per guidarlo verso l’uscita. Un video ha mostrato come sfruttando le sue lunghe zampe posteriori e una potente coda sia riuscito a deviare le pallonate.

Un allenatore, su un camioncino, ha provato a inseguire il canguro fino ad una falla nella recinzione in un parcheggio, da cui poi è scomparso. Nonostante la partita sia stata giocata nell’esclusivo sobborgo interno di Deakin, i canguri si trovano praticamente ovunque a Canberra, la capitale australiana.

L’articolo NOTIZIA VERA Canguro interrompe partita di calcio in Australia sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

BUFALA Parla l’arbitro di Real-Juve: “Io impegnato nel sociale, non accetto critiche da chi scommette” – bufale.net

Abbiamo già visto come basti evocare i fantasmi nazionalpopolari del calcio e delle eccellenze italiane per ottenere una bufala virale e di successo: l’italiano medio, dal calduccio della sua poltrona, sarà sempre pronto ad accettare una “chiamata alle armi” e, impugnate torce e forconi, partire all’assalto (virtuale) del nemico invasore e straniero che privato l’Italia Turrita della gloria e, indossato un cappello di stagnola a mo’ di Elmo di Scipio, condividere affermazioni non troppo veritiere, come questa che ci viene segnalata dal portale Tifo la Pazza Inter

Una foto, con tanto di watermark della pagina, con l’ennesima foto di Michael Oliver, assistata dalla seguente didascalia:

Questa sarebbe la risposta di Oliver a Buffon? Ecco. … premettiamo di non averla sentita con le nostre orecchie quindi dobbiamo fidarci di ciò che ci viene riportato…. ma sarebbe bello che fosse tutto vero: la risposta più elegante all’arroganza dei gobbi.

E col seguente testo

La replica del più giovane arbitro della Premier League, predestinato e figlio d’arte (il padre Clive ha 150 gare all’attivo in Inghilterra, ndr) non si è fatta attendere: “Sono impegnato nel sociale, faccio beneficenza e ho aperto negozi all’interno dell’ospedale di Cramlington, per offrire assistenza gratuita ai malati, tutto su base volontaria (articolo).” Secondo alcuni testimoni avrebbe poi aggiunto: “Non accetto critiche da parte di chi è invischiato nel calcioscommesse e in calciopoli”.

Sostanzialmente, chi ha assemblato l’immagine-santino-catena di S.Antonio non si è neppure premurato di rimuovere la parentesi che punta alla semplice, e scollegata, notizia dell’inaugurazione da parte di Oliver di un bar di volontari all’interno dell’ospedale di Cramlington.

La risposta dell’arbitro a Buffon è sostanzialmente un falso, assemblato inserendo dati biografici messi per dare parvenza di credibilità, e copincollata di peso, e senza alcuna modifica, dal portale satirico Ruttosport, che conclude con

NOTA: RuttoSport è un periodico satirico, pertanto le notizie riportate sono frutto della fantasia degli autori e vanno considerate esclusivamente una lettura ricreativa. RuttoSport non è una testata giornalistica e non aspira a diventarlo. Forza Viola e sempre Juve mer*a!
La Redazione

Un meme asceso dunque: una burla che è diventata bufala perché non ha mai smesso di crederci, e con essa gli oltre 900 condivisori dell’appello.

Nondimeno, possiamo anticiparvi un piccolo spoiler: ogni dichiarazione passata, presente e futura che leggerete su Facebook o blog di incerta provnienza attribuita a Michael Oliver è sicuramente un falso

Questo perché agli arbitri è fatto espresso divieto, sia in Italia che in ogni altro paese dove vi è il gioco del Calcio e vi è una Federazione ufficiale per l’abitraggio

di rilasciare interviste a qualsiasi mezzo di  informazione o fare dichiarazioni pubbliche in qualsiasi forma, anche a mezzo siti internet,
articoli di stampa, attività e collaborazioni giornalistiche o la partecipazione a gruppi di discussione, posta elettronica, forum, blog, social
network o simili, che attengano le gare dirette e gli incarichi espletati da ogni associato, salvo espressa autorizzazione

Lo scopo è evidente, ed è proprio quello di trasformare ogni partita in un’occasione di gazzarra e clickbait.

L’articolo BUFALA Parla l’arbitro di Real-Juve: “Io impegnato nel sociale, non accetto critiche da chi scommette” – bufale.net sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

BUFALA L’arbitro Oliver dice “Ho rivisto le immagini, mi sono sbagliato” – bufale.net

Il patriottismo è una costante del popolo Italiano, anche agli estremi più esasperati. Se vuoi una bufala di successo, basta toccare i temi bollenti su cui l’intera nazione sembra reggersi: politica, calcio, moda ed alimenti.

In questo caso, con la memoria ancora fresca del rigore assegnato al Real Madrid nella partita contro la Juventus di mercoledì 11 Aprile, era fatale che, assieme ai commenti più accaniti, arrivasse la bufala

L’arbitro Oliver: “Ho rivisto le immagini, ho sbagliato”
Fonte: Marca.es

Il gioco è palese: marca.es è un portale di notizie spagnolo, e non tutti gli Italiani parlano lo Spagnolo. Inoltre, il Real Madrid è una squadra spagnola, il che agli occhi del lettore rende la testata ancora più utile affinché il suo nome sia speso (senza alcuna possibilità o voglia per l’indinniato medio per verificare) in modo realistico.

Del resto chi non crederebbe ad una foto vista su Internet con delle cose scritte?

Ad esempio chi ha notato che marca.com, con redirect marca.es ha un’intera retrospettiva di articoli sulla fatidica partita Real-Juventus e nessuna contiene questa frase, e detta retrospettiva è anche tradotta in lingua inglese.

Siamo dunque all’ennesima bufala facile, creata a tavolino per un po’ di indignazione in più da un collage di mistificazioni e speranze.

L’articolo BUFALA L’arbitro Oliver dice “Ho rivisto le immagini, mi sono sbagliato” – bufale.net sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.