PRECISAZIONI Conte non trova gli appunti, Di Maio: “Comincia a parlare, te li scelgo io”

Un video pubblicato sul quotidiano La Stampa mostra i momenti in cui il nuovo premier Giuseppe Conte, poco prima del suo intervento alla Camera, non trovava i suoi appunti:

Di Maio, vicepremier, rassicurava Conte incitandolo a cominciare a parlare mentre si sarebbe preoccupato di recuperare il foglio smarrito. Il titolo de La Stampa, però, riporta che Di Maio avrebbe detto «Comincia a parlare, te li scelgo io». Riteniamo opportuno parlare di precisazioni in quanto, ascoltando con attenzione, si capisce che il leader pentastellato non ha fatto uso del verbo “scegliere”, bensì “cercare”, inesattezza che cambia decisamente il significato. La frase corretta è stata «Te li cerco io», come riportato anche da Repubblica che titola, infatti: «Camera, Conte non trova gli appunti. Di Maio: “Te li cerco io, comincia a parlare”».

Abbiamo ritenuto opportuno riportare una nostra analisi come precisazioni anche per ricordare l’inflessione regionale di Luigi Di Maio (nato ad Avellino, in Campania), che dunque lo porta a pronunciare la parola “cerco” come /ˈʃɛrko/ anziché /ˈʧɛrko/, dunque facilmente equivocabile per alcuni ascoltatori. L’equivoco, dunque, potrebbe far percepire che il vicepremier abbia detto “scelgo” anziché “cerco”.

In questo caso, Di Maio ha detto “cerco”, e il significato cambia decisamente.

L’articolo PRECISAZIONI Conte non trova gli appunti, Di Maio: “Comincia a parlare, te li scelgo io” sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

PRECISAZIONI Conte non trova gli appunti, Di Maio: “Comincia a parlare, te li scelgo io”

Un video pubblicato sul quotidiano La Stampa mostra i momenti in cui il nuovo premier Giuseppe Conte, poco prima del suo intervento alla Camera, non trovava i suoi appunti:

Di Maio, vicepremier, rassicurava Conte incitandolo a cominciare a parlare mentre si sarebbe preoccupato di recuperare il foglio smarrito. Il titolo de La Stampa, però, riporta che Di Maio avrebbe detto «Comincia a parlare, te li scelgo io». Riteniamo opportuno parlare di precisazioni in quanto, ascoltando con attenzione, si capisce che il leader pentastellato non ha fatto uso del verbo “scegliere”, bensì “cercare”, inesattezza che cambia decisamente il significato. La frase corretta è stata «Te li cerco io», come riportato anche da Repubblica che titola, infatti: «Camera, Conte non trova gli appunti. Di Maio: “Te li cerco io, comincia a parlare”».

Abbiamo ritenuto opportuno riportare una nostra analisi come precisazioni anche per ricordare l’inflessione regionale di Luigi Di Maio (nato ad Avellino, in Campania), che dunque lo porta a pronunciare la parola “cerco” come /ˈʃɛrko/ anziché /ˈʧɛrko/, dunque facilmente equivocabile per alcuni ascoltatori. L’equivoco, dunque, potrebbe far percepire che il vicepremier abbia detto “scelgo” anziché “cerco”.

In questo caso, Di Maio ha detto “cerco”, e il significato cambia decisamente.

L’articolo PRECISAZIONI Conte non trova gli appunti, Di Maio: “Comincia a parlare, te li scelgo io” sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

BUFALA Lei è Raffaella Fico, sorella del Presidente della Camera Roberto Fico. È stata assunta alla Camera come commessa

Con l’ascesa di Roberto Fico alla presidenza della Camera sono già comparse le prime bufale legate alle parentele dei politici, create da viralizzatoribufalari  burloni con contenuti che nascono come scherzi che poi, come sempre accade, sfuggono di mano.

I nostri lettori ci segnalano un messaggio in libera circolazione di bacheca in bacheca:

Lei è Raffaella Fico, sorella del Presidente della Camera Roberto Fico. É stata assunta alla Camera come commessa. Condividi se sei indignato!!1!!

L’uso di punti esclamativi alternati all’1 si fanno beffe degli analfabeti funzionali dall’indignazione facile che, nella fretta di lanciare il loro messaggio di dissenso, perdono il controllo su quanto stanno digitando.

È chiaro, infatti, che non esiste alcuna parentela tra la modella e showgirl Raffaella Fico e Roberto Fico. Raffaella, infatti, ha un fratello di nome Francesco.

La bufala è creata sull’onda dei parenti inesistenti, diffusi tramite post fatti di immagini con scritte sovrimpresse e senza alcun riferimento a fonti attendibili. I viralizzatori scherzano, ma ancora troppi utenti prendono sul serio queste realtà, creando una vera e propria distorsione dell’informazione web.

 

L’articolo BUFALA Lei è Raffaella Fico, sorella del Presidente della Camera Roberto Fico. È stata assunta alla Camera come commessa sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.