DISINFORMAZIONE E ACCHIAPPACLICK Candidato sindaco islamico orina davanti al crocifisso della chiesa: orrore a Treviso

TgQuotidiano.net, ingannevole per il nome scelto per il sito, il 30 maggio 2018 pubblica un articolo in cui si parla di un candidato islamico sorpreso a orinare davanti a una chiesa di Treviso:

Treviso. Il giovane finge di urinare davanti a una chiesa. Lui: «Non mi riconosco, mai fatto»

Se un candidato della Lega si fosse messo ad orinare davanti ad una moschea – magari anche abusiva – lo avrebbero prima arrestato, poi indicato al pubblico ludibrio a reti unificate. Invece, il candidato islamico a sindaco di Treviso, eletto con l’attuale sindaco PD Manildo, lo fa davanti ad una chiesa, allora non se ne parla.

Lui smentisce. Dà la colpa a fantomatici fotomontaggi.

La foto di Said Chaibi, candidato sindaco di Coalizione Civica- Sinistra per Treviso, capogruppo di Sinistra Italiana – Sinistra trevigiana, che finge (si spera, almeno questo) di orinare davanti ad una chiesa. Proprio sotto due croci.

Facile intuire il tono degli attacchi, a cominciare dal mancato rispetto per la religione cristiana fino al “E questo vuole candidarsi sindaco a Treviso?», al «cosa succederebbe se facessimo lo stesso davanti a una moschea?» all’ «indecente. Chaibi, dal canto suo, non cela la sua sorpresa: «Siamo ai mezzucci da campagna elettorale, tutto diventa lecito. Non solo non mi riconosco, non riconosco neanche il luogo. E lo zaino che ho ha un colore diverso», precisa.

«Non sono avvezzo ad urinare davanti alle chiese, non l’ho mai fatto, e vorrei aggiungere che ho fatto l’asilo delle suore: goliardate ne ho fatte tante, in una gioventù che fortunatamente dista pochi anni dal presente, non ho proprio ricordi».

Ma allora è un montaggio? «Non posso dirlo con certezza. Se lo fosse, è fatto bene. Resta una burlata di un ragazzo, punto. Alla macchina del fango, ahimè, ci sono abituato: ma non ci fermeranno. E penso sempre sia più importante parlare della proposte per la città» .

TgQuotidiano.net riporta il tasto “Fact Check” che ci rimanda a un articolo del quotidiano locale La Tribuna di Treviso dal quale fa copia-incolla. In apertura, però, leggiamo:

La foto è quella di un giovane, con zaino in spalla, che finge di urinare davanti a una chiesa. Sui social impazza da qualche giorno, e il popolo della rete ha identificato il ragazzo: sarebbe Said Chaibi.

Un nome, magari scritto in maiuscolo da qualche commentatore compulsivo, ed è subito opinione comune: quel ragazzo, secondo la rete, è Said Chaibi. Gli autori di TgQuotidiano non perdono tempo: pubblicano la notizia e – con lo stesso modus operandi di Voxnews – e usano la parola islamico per alimentare il carico di indinniazione dei loro lettori.

Said Chaibi è sì candidato sindaco per la Coalizione Civica “Sinistra per Treviso”, ma riconoscerlo nella foto – altamente sgranata – è umanamente difficile, se non impossibile, ed egli stesso non si è tirato indietro per smentire.

Said Chaibi / Facebook

Per quanto riguarda la fede religiosa, Chaibi durante un’intervista aveva dichiarato di essere ateo. La strategia della disinformazione e dell’acchiappaclick, del resto, crea accostamenti tra extracomunitario e Islam, anche di fronte a un Said Chaibi definito immigrato seppur nato in Italia da genitori marocchini.

Né immigrato né islamico. Nato in Italia e ateo.

Nel frattempo, una foto sgranata indica il candidato come il ragazzo in posa tra due croci nell’atto di fingere una minzione. Senza certezze, ma la rete ha deciso. Ingredienti indispensabili per TgQuotidianoVoxnews, sempre pronti a creare mostri. Nel frattempo, attendiamo dichiarazioni pubbliche da Chaibi.

Nel frattempo, ancora, è impossibile riconoscere il ragazzo nella foto.

L’articolo DISINFORMAZIONE E ACCHIAPPACLICK Candidato sindaco islamico orina davanti al crocifisso della chiesa: orrore a Treviso sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

PRECISAZIONI E ACCHIAPPALIKE Questa è la parodia dell’allegro aborto fatta l’8 marzo davanti ad una Chiesa

Ci segnalano un post pubblicato il 10 marzo 2017 da un utente Facebook:

Poi dice che i femminicidi sono in aumento. Questa è una parodia dell’allegro aborto fatta l’8 marzo davanti ad una Chiesa, con la “madre” travestita da Madonna…. che sorride compiaciuta di questa oscenità.
Tra esibizioni di patate e questi spettacolini non si è registrata nessuna presa di distanza delle donne delle istituzioni (a cominciare dalla Boldrini). Ma se lì avessero fatto un saluto romano, la notizia sarebbe stata data in apertura di ogni TG e l’ANPI avrebbe già protestato e riprotestato….

Il post, in rete ormai da un anno, è ritornato a far condivisioni presumibilmente grazie allo strumento “Accadde Oggi“. Ciò che la didascalia riporta ha del vero – le donne immortalate inscenavano realmente l’aborto di Maria – ma citare Laura Boldrini, ANPI, TG e far riferimenti al saluto romano è oltremodo eccessivo, specie se tralasciamo l’orrendo incipit che quasi dà credito al femminicidio.

Come riporta Gospel Prime in un articolo, si tratta di un gruppo di femministe appartenenti al collettivo Socorro Rosa Tucuman. In quell’occasione partecipavano a una protesta contro l’8 marzo e avevano inscenato l’aborto di Maria di fronte alla Cattedrale di Tucuman. Sulla loro pagina Facebook spiegavano:

La Vergine interrompe il patriarcato cattolico, l’eterosessualità obbligatoria e i dettami della società repressiva

Come scrive Claire Chretien su Life Site News il 13 marzo 2017, il post originale è stato rimosso.

L’iniziativa era stata condannata dall’Arcivescovo di Tucuman Alfredo Zecca Horacio.

Inutile, dunque, parlare di Boldrini e ANPI se l’episodio si è verificato in Argentina. Parliamo di precisazioni, infatti, per ricordare che si tratta di una vicenda del 2017 e non verificatasi in Italia. Soprattutto, non fornire maggiori dettagli in un post che esordisce con “Poi si dice che i femminicidi sono in aumento” fa del contenuto una strategia acchiappalike.

L’articolo PRECISAZIONI E ACCHIAPPALIKE Questa è la parodia dell’allegro aborto fatta l’8 marzo davanti ad una Chiesa sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.