BUFALA Direttamente dalla Siria e il video spopola. Sotto le lenzuola i morti ridono – bufale.net

Le bufale hanno qualcosa in comune con lo scoop: martellano incessanti sugli argomenti caldi della cronaca, e troveranno sempre un pubblico di indinniati assetato di conferme. Perché non è certo l’amore per la verità che spinge l’indinniato medio a condividere una bufala, o, tronfio di una vittoria inesistente, a sottoporcela convinto di aver colto in fallo il fact checking ma il desiderio di avere ragione, come un moderno Fox Mulder che Vuole davvero crederci

Tocca quindi ad attivo.tv chiedere agli indinniati con inconferenti accenti di condividere

Un video, con delle sagome che si agitano sotto delle lenzuola funebri e caratteri arabi e l’unica didascalia

Ed ecco a voi come ci prendono per il cu…o!!!

Fatelo vedere a tutti, divulgatelo!!!

Far vedere cosa, una protesta studentesca del 2013 bellamente spacciata per una false flag da piccoli Don Matteo e Detective Conan non in grado o che non vogliono leggere una data?

Il video in questione è infatti questo, pubblicato,come si vede nella foto, dal portale Elbadil nel 2013

Una decente traduzione della didascalia, offerta da BUTAC ed integrata col paragrafo successivo dopo averla ricontrollata, conferma infatti che non si tratta di vittime, ma di manifestanti in una picaresca protesta studentesca

La Confraternita degli studenti dell’università di Al-Azhar si è unita ai ragazzi e alle ragazze che procedono fianco a fianco in una marcia che attraversa le Facoltà di medicina ed ingegneria accanto al palazzo del rettore dell’università. Il Campus ha mobilitato gli studenti, che hanno interrotto lo studio quando la marcia ha attraversato Ingegneria. Un gruppo di studenti incapaci di trovare alloggio nelle cittadelle universitarie, pur con buoni voti, comincia a preparare gli altoparlanti e a metterli di fronte al rettorato, per protestare e mettere sotto pressione il rettore e costringere ad ospitarli.

Gli studenti della Confraternita hanno anche bloccato la strada del campus presso l’Università Al-Azhar, in mezzo a una folla di automobilisti, causando la paralisi del traffico su entrambi i lati, scandendo slogan anti-esercito e polizia. I manifestanti della Confraternita di Al-Azhar hanno cercato di entrare nel edificio amministrativo dell’università e nella clinica universitaria

I colleghi di BUTAC sbattono infatti contro questa bufala da anni, ricevendo critiche immotivate per aver semplicemente constatato l’ovvio.

Non è certo colpa di chi in guerra ci muore davvero se chi vuole fare controinformazione clicca frettolosamente sul tastino condividi senza neppure verificare una didascalia con Google Translate, se proprio non conosce nessuno in grado di leggere la lingua araba.

L’articolo BUFALA Direttamente dalla Siria e il video spopola. Sotto le lenzuola i morti ridono – bufale.net sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

ALLARMISMO DISINFORMAZIONE Pioggia di sabbia magnetica in Italia – bufale.net

Avrete senz’altro visto questo video su Facebook, nonché questo ed altre decine, anzi dozzine e valanghe di video ed immagini ispirati, anche, va sottolineato, in perfetta buona fede.

In tutti questi filmati si assiste ad un fenomeno che lascia sconvolte le persone che l’hanno visionato: dopo una forte pioggia le persone raccolgono dei campioni di sabbia, trasportata dal vento durante il fortunale e depositatasi sulle macchine, e ci passano sopra una calamita.

La calamita attrae la sabbia, e da questo si deduce la presenza di metalli, scie chimiche o altre sostanze sconosciute.

Metalli? Certo che ci sono.

È un mistero che vi siano? Non lo è: è scienza. E la scienza è bella per chi ne conosce il segreto.

Guardiamo tutti assieme questo altro video

Un esperimento interessante è recarsi in una spiaggia dove la sabbia è particolarmente scura e, giocando con una calamita, notare che la stessa attrae inesorabilmente della sabbia.

È normale, è naturale: la sabbia più scura deve la sua pigmentazione alla presenza di magnetite, un minerale ferroso presente anche da noi in Italia, con elevate qualità magnetiche. La spiegazione, come ci ricorda VICE, è quindi semplicissima:

Per capire un po’ meglio—senza tirare in ballo supercomplotti globali—ho sentito Giulio Caroletti, fisico dell’atmosfera e climatologo. La sua premessa è che “pioggia (e neve) di sabbia e fango sono fenomeni non solo ben noti e studiati dagli scienziati, ma che abbiamo dimenticato e crediamo oggi che siano novità odierne.”

Detto ciò, continua, “bisogna considerare che il vento trasporta continuamente durante l’anno sabbia dal Sahara (e in particolare dalle regioni desertiche del Ciad) anche a distanze enormi. Le stime parlano di centinaia e centinaia di milioni di tonnellate di polvere desertica asportata dal suolo ogni anno e depositata fino all’Amazzonia o alla Scandinavia.”

La presenza della sabbia in questi giorni si spiega per due ragioni molto semplici. “La prima è che, quando piove, le gocce di pioggia possono colpire e trasportare al suolo la sabbia,” mi dice Giulio. “La seconda è che le gocce di pioggia stessa non potrebbero formarsi senza la presenza di impurità nell’atmosfera. Se non è sabbia, pertanto, sono sempre altre cose come particelle inquinanti, sale trasportato dal mare o polvere attorno alle quali si formano le gocce.” Quindi, per ricapitolare: “sabbia dal deserto + aria umida = aumento della pioggia, che porta con sé molta sabbia al suolo.”

E per quanto riguarda il magnete? Anche in questo caso, non c’è nulla di eclatante o misterioso. Da un lato, nella sabbia può comunque esserci una percentuale di ferro; dall’altro c’è da notare che le macchine tirano su davvero di tutto, figurarsi in città come Milano. Tra l’altro, pure se prendessimo per buona la teoria degli “aerosol” di bario, la cosa non tornerebbe comunque: “il bario è una sostanza paramagnetica,” spiega Giulio, “e quindi dubito che una debole calamita la attirerebbe.”

Quindi riassumendo: la pioggia, per ricadere, ha bisogno di impurità nell’atmosfera: sia questa sabbia, salsedine o inquinamento.

Da sempre in Italia la pioggia tende ad aggregarsi alla sabbia, difatti è sempre sconsigliato lavare le automobili quando si sta che sta per piovere: raramente una pioggia copiosa le lascerà più pulite di un lavaggio.

La sabbia, per sua natura, può contenere tracce di magnetite, il minerale dalle proprietà magnetiche più elevate. Tracce che solitamente passano inosservate, ma, curiosamente, una teoria del complotto molto in voga, la teoria delle Chemtrails, prevede che le scie chimiche contengano non meglio precisati metalli pesanti, come ad esempio il bario.

Bario che, ricordiamo, è una sostanza paramagnetica, e quindi non sarebbe attratta da una calamita.

Invece la magnetite lo è: per questo si è diffuso allarmismo che ha spinto diversi individui, in assoluta buona fede, a provare un esperimento di scienza divertente e di facile portata, ma traendone una conclusione allarmistica ed erronea.

Nessun mistero, nessun inquinamento alieno, nessuna scia chimica, nessun complotto dei governi: rassicuriamo tutti coloro che ci hanno inviato filmati e test “in loco” di quanto da loro riscoperto.

La sabbia può contenere magnetite: e questo è quanto.

L’articolo ALLARMISMO DISINFORMAZIONE Pioggia di sabbia magnetica in Italia – bufale.net sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

BUFALA Direttamente dalla Siria e il video spopola. Sotto le lenzuola i morti ridono – bufale.net

Le bufale hanno qualcosa in comune con lo scoop: martellano incessanti sugli argomenti caldi della cronaca, e troveranno sempre un pubblico di indinniati assetato di conferme. Perché non è certo l’amore per la verità che spinge l’indinniato medio a condividere una bufala, o, tronfio di una vittoria inesistente, a sottoporcela convinto di aver colto in fallo il fact checking ma il desiderio di avere ragione, come un moderno Fox Mulder che Vuole davvero crederci

Tocca quindi ad attivo.tv chiedere agli indinniati con inconferenti accenti di condividere

Un video, con delle sagome che si agitano sotto delle lenzuola funebri e caratteri arabi e l’unica didascalia

Ed ecco a voi come ci prendono per il cu…o!!!

Fatelo vedere a tutti, divulgatelo!!!

Far vedere cosa, una protesta studentesca del 2013 bellamente spacciata per una false flag da piccoli Don Matteo e Detective Conan non in grado o che non vogliono leggere una data?

Il video in questione è infatti questo, pubblicato,come si vede nella foto, dal portale Elbadil nel 2013

Una decente traduzione della didascalia, offerta da BUTAC ed integrata col paragrafo successivo dopo averla ricontrollata, conferma infatti che non si tratta di vittime, ma di manifestanti in una picaresca protesta studentesca

La Confraternita degli studenti dell’università di Al-Azhar si è unita ai ragazzi e alle ragazze che procedono fianco a fianco in una marcia che attraversa le Facoltà di medicina ed ingegneria accanto al palazzo del rettore dell’università. Il Campus ha mobilitato gli studenti, che hanno interrotto lo studio quando la marcia ha attraversato Ingegneria. Un gruppo di studenti incapaci di trovare alloggio nelle cittadelle universitarie, pur con buoni voti, comincia a preparare gli altoparlanti e a metterli di fronte al rettorato, per protestare e mettere sotto pressione il rettore e costringere ad ospitarli.

Gli studenti della Confraternita hanno anche bloccato la strada del campus presso l’Università Al-Azhar, in mezzo a una folla di automobilisti, causando la paralisi del traffico su entrambi i lati, scandendo slogan anti-esercito e polizia. I manifestanti della Confraternita di Al-Azhar hanno cercato di entrare nel edificio amministrativo dell’università e nella clinica universitaria

I colleghi di BUTAC sbattono infatti contro questa bufala da anni, ricevendo critiche immotivate per aver semplicemente constatato l’ovvio.

Non è certo colpa di chi in guerra ci muore davvero se chi vuole fare controinformazione clicca frettolosamente sul tastino condividi senza neppure verificare una didascalia con Google Translate, se proprio non conosce nessuno in grado di leggere la lingua araba.

L’articolo BUFALA Direttamente dalla Siria e il video spopola. Sotto le lenzuola i morti ridono – bufale.net sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

ALLARMISMO DISINFORMAZIONE Pioggia di sabbia magnetica in Italia – bufale.net

Avrete senz’altro visto questo video su Facebook, nonché questo ed altre decine, anzi dozzine e valanghe di video ed immagini ispirati, anche, va sottolineato, in perfetta buona fede.

In tutti questi filmati si assiste ad un fenomeno che lascia sconvolte le persone che l’hanno visionato: dopo una forte pioggia le persone raccolgono dei campioni di sabbia, trasportata dal vento durante il fortunale e depositatasi sulle macchine, e ci passano sopra una calamita.

La calamita attrae la sabbia, e da questo si deduce la presenza di metalli, scie chimiche o altre sostanze sconosciute.

Metalli? Certo che ci sono.

È un mistero che vi siano? Non lo è: è scienza. E la scienza è bella per chi ne conosce il segreto.

Guardiamo tutti assieme questo altro video

Un esperimento interessante è recarsi in una spiaggia dove la sabbia è particolarmente scura e, giocando con una calamita, notare che la stessa attrae inesorabilmente della sabbia.

È normale, è naturale: la sabbia più scura deve la sua pigmentazione alla presenza di magnetite, un minerale ferroso presente anche da noi in Italia, con elevate qualità magnetiche. La spiegazione, come ci ricorda VICE, è quindi semplicissima:

Per capire un po’ meglio—senza tirare in ballo supercomplotti globali—ho sentito Giulio Caroletti, fisico dell’atmosfera e climatologo. La sua premessa è che “pioggia (e neve) di sabbia e fango sono fenomeni non solo ben noti e studiati dagli scienziati, ma che abbiamo dimenticato e crediamo oggi che siano novità odierne.”

Detto ciò, continua, “bisogna considerare che il vento trasporta continuamente durante l’anno sabbia dal Sahara (e in particolare dalle regioni desertiche del Ciad) anche a distanze enormi. Le stime parlano di centinaia e centinaia di milioni di tonnellate di polvere desertica asportata dal suolo ogni anno e depositata fino all’Amazzonia o alla Scandinavia.”

La presenza della sabbia in questi giorni si spiega per due ragioni molto semplici. “La prima è che, quando piove, le gocce di pioggia possono colpire e trasportare al suolo la sabbia,” mi dice Giulio. “La seconda è che le gocce di pioggia stessa non potrebbero formarsi senza la presenza di impurità nell’atmosfera. Se non è sabbia, pertanto, sono sempre altre cose come particelle inquinanti, sale trasportato dal mare o polvere attorno alle quali si formano le gocce.” Quindi, per ricapitolare: “sabbia dal deserto + aria umida = aumento della pioggia, che porta con sé molta sabbia al suolo.”

E per quanto riguarda il magnete? Anche in questo caso, non c’è nulla di eclatante o misterioso. Da un lato, nella sabbia può comunque esserci una percentuale di ferro; dall’altro c’è da notare che le macchine tirano su davvero di tutto, figurarsi in città come Milano. Tra l’altro, pure se prendessimo per buona la teoria degli “aerosol” di bario, la cosa non tornerebbe comunque: “il bario è una sostanza paramagnetica,” spiega Giulio, “e quindi dubito che una debole calamita la attirerebbe.”

Quindi riassumendo: la pioggia, per ricadere, ha bisogno di impurità nell’atmosfera: sia questa sabbia, salsedine o inquinamento.

Da sempre in Italia la pioggia tende ad aggregarsi alla sabbia, difatti è sempre sconsigliato lavare le automobili quando si sta che sta per piovere: raramente una pioggia copiosa le lascerà più pulite di un lavaggio.

La sabbia, per sua natura, può contenere tracce di magnetite, il minerale dalle proprietà magnetiche più elevate. Tracce che solitamente passano inosservate, ma, curiosamente, una teoria del complotto molto in voga, la teoria delle Chemtrails, prevede che le scie chimiche contengano non meglio precisati metalli pesanti, come ad esempio il bario.

Bario che, ricordiamo, è una sostanza paramagnetica, e quindi non sarebbe attratta da una calamita.

Invece la magnetite lo è: per questo si è diffuso allarmismo che ha spinto diversi individui, in assoluta buona fede, a provare un esperimento di scienza divertente e di facile portata, ma traendone una conclusione allarmistica ed erronea.

Nessun mistero, nessun inquinamento alieno, nessuna scia chimica, nessun complotto dei governi: rassicuriamo tutti coloro che ci hanno inviato filmati e test “in loco” di quanto da loro riscoperto.

La sabbia può contenere magnetite: e questo è quanto.

L’articolo ALLARMISMO DISINFORMAZIONE Pioggia di sabbia magnetica in Italia – bufale.net sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

BUFALA Direttamente dalla Siria e il video spopola. Sotto le lenzuola i morti ridono – bufale.net

Le bufale hanno qualcosa in comune con lo scoop: martellano incessanti sugli argomenti caldi della cronaca, e troveranno sempre un pubblico di indinniati assetato di conferme. Perché non è certo l’amore per la verità che spinge l’indinniato medio a condividere una bufala, o, tronfio di una vittoria inesistente, a sottoporcela convinto di aver colto in fallo il fact checking ma il desiderio di avere ragione, come un moderno Fox Mulder che Vuole davvero crederci

Tocca quindi ad attivo.tv chiedere agli indinniati con inconferenti accenti di condividere

Un video, con delle sagome che si agitano sotto delle lenzuola funebri e caratteri arabi e l’unica didascalia

Ed ecco a voi come ci prendono per il cu…o!!!

Fatelo vedere a tutti, divulgatelo!!!

Far vedere cosa, una protesta studentesca del 2013 bellamente spacciata per una false flag da piccoli Don Matteo e Detective Conan non in grado o che non vogliono leggere una data?

Il video in questione è infatti questo, pubblicato,come si vede nella foto, dal portale Elbadil nel 2013

Una decente traduzione della didascalia, offerta da BUTAC ed integrata col paragrafo successivo dopo averla ricontrollata, conferma infatti che non si tratta di vittime, ma di manifestanti in una picaresca protesta studentesca

La Confraternita degli studenti dell’università di Al-Azhar si è unita ai ragazzi e alle ragazze che procedono fianco a fianco in una marcia che attraversa le Facoltà di medicina ed ingegneria accanto al palazzo del rettore dell’università. Il Campus ha mobilitato gli studenti, che hanno interrotto lo studio quando la marcia ha attraversato Ingegneria. Un gruppo di studenti incapaci di trovare alloggio nelle cittadelle universitarie, pur con buoni voti, comincia a preparare gli altoparlanti e a metterli di fronte al rettorato, per protestare e mettere sotto pressione il rettore e costringere ad ospitarli.

Gli studenti della Confraternita hanno anche bloccato la strada del campus presso l’Università Al-Azhar, in mezzo a una folla di automobilisti, causando la paralisi del traffico su entrambi i lati, scandendo slogan anti-esercito e polizia. I manifestanti della Confraternita di Al-Azhar hanno cercato di entrare nel edificio amministrativo dell’università e nella clinica universitaria

I colleghi di BUTAC sbattono infatti contro questa bufala da anni, ricevendo critiche immotivate per aver semplicemente constatato l’ovvio.

Non è certo colpa di chi in guerra ci muore davvero se chi vuole fare controinformazione clicca frettolosamente sul tastino condividi senza neppure verificare una didascalia con Google Translate, se proprio non conosce nessuno in grado di leggere la lingua araba.

L’articolo BUFALA Direttamente dalla Siria e il video spopola. Sotto le lenzuola i morti ridono – bufale.net sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

ALLARMISMO DISINFORMAZIONE Pioggia di sabbia magnetica in Italia – bufale.net

Avrete senz’altro visto questo video su Facebook, nonché questo ed altre decine, anzi dozzine e valanghe di video ed immagini ispirati, anche, va sottolineato, in perfetta buona fede.

In tutti questi filmati si assiste ad un fenomeno che lascia sconvolte le persone che l’hanno visionato: dopo una forte pioggia le persone raccolgono dei campioni di sabbia, trasportata dal vento durante il fortunale e depositatasi sulle macchine, e ci passano sopra una calamita.

La calamita attrae la sabbia, e da questo si deduce la presenza di metalli, scie chimiche o altre sostanze sconosciute.

Metalli? Certo che ci sono.

È un mistero che vi siano? Non lo è: è scienza. E la scienza è bella per chi ne conosce il segreto.

Guardiamo tutti assieme questo altro video

Un esperimento interessante è recarsi in una spiaggia dove la sabbia è particolarmente scura e, giocando con una calamita, notare che la stessa attrae inesorabilmente della sabbia.

È normale, è naturale: la sabbia più scura deve la sua pigmentazione alla presenza di magnetite, un minerale ferroso presente anche da noi in Italia, con elevate qualità magnetiche. La spiegazione, come ci ricorda VICE, è quindi semplicissima:

Per capire un po’ meglio—senza tirare in ballo supercomplotti globali—ho sentito Giulio Caroletti, fisico dell’atmosfera e climatologo. La sua premessa è che “pioggia (e neve) di sabbia e fango sono fenomeni non solo ben noti e studiati dagli scienziati, ma che abbiamo dimenticato e crediamo oggi che siano novità odierne.”

Detto ciò, continua, “bisogna considerare che il vento trasporta continuamente durante l’anno sabbia dal Sahara (e in particolare dalle regioni desertiche del Ciad) anche a distanze enormi. Le stime parlano di centinaia e centinaia di milioni di tonnellate di polvere desertica asportata dal suolo ogni anno e depositata fino all’Amazzonia o alla Scandinavia.”

La presenza della sabbia in questi giorni si spiega per due ragioni molto semplici. “La prima è che, quando piove, le gocce di pioggia possono colpire e trasportare al suolo la sabbia,” mi dice Giulio. “La seconda è che le gocce di pioggia stessa non potrebbero formarsi senza la presenza di impurità nell’atmosfera. Se non è sabbia, pertanto, sono sempre altre cose come particelle inquinanti, sale trasportato dal mare o polvere attorno alle quali si formano le gocce.” Quindi, per ricapitolare: “sabbia dal deserto + aria umida = aumento della pioggia, che porta con sé molta sabbia al suolo.”

E per quanto riguarda il magnete? Anche in questo caso, non c’è nulla di eclatante o misterioso. Da un lato, nella sabbia può comunque esserci una percentuale di ferro; dall’altro c’è da notare che le macchine tirano su davvero di tutto, figurarsi in città come Milano. Tra l’altro, pure se prendessimo per buona la teoria degli “aerosol” di bario, la cosa non tornerebbe comunque: “il bario è una sostanza paramagnetica,” spiega Giulio, “e quindi dubito che una debole calamita la attirerebbe.”

Quindi riassumendo: la pioggia, per ricadere, ha bisogno di impurità nell’atmosfera: sia questa sabbia, salsedine o inquinamento.

Da sempre in Italia la pioggia tende ad aggregarsi alla sabbia, difatti è sempre sconsigliato lavare le automobili quando si sta che sta per piovere: raramente una pioggia copiosa le lascerà più pulite di un lavaggio.

La sabbia, per sua natura, può contenere tracce di magnetite, il minerale dalle proprietà magnetiche più elevate. Tracce che solitamente passano inosservate, ma, curiosamente, una teoria del complotto molto in voga, la teoria delle Chemtrails, prevede che le scie chimiche contengano non meglio precisati metalli pesanti, come ad esempio il bario.

Bario che, ricordiamo, è una sostanza paramagnetica, e quindi non sarebbe attratta da una calamita.

Invece la magnetite lo è: per questo si è diffuso allarmismo che ha spinto diversi individui, in assoluta buona fede, a provare un esperimento di scienza divertente e di facile portata, ma traendone una conclusione allarmistica ed erronea.

Nessun mistero, nessun inquinamento alieno, nessuna scia chimica, nessun complotto dei governi: rassicuriamo tutti coloro che ci hanno inviato filmati e test “in loco” di quanto da loro riscoperto.

La sabbia può contenere magnetite: e questo è quanto.

L’articolo ALLARMISMO DISINFORMAZIONE Pioggia di sabbia magnetica in Italia – bufale.net sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.