BUFALA Questa foto mostra il lago Kawaguchi in Giappone (foto)

Una fotografia mostra il lago Kawaguchi nei presi del monte Fuji, in Giappone.

Si tratta, però, di un falso.

Un’immagine davvero sbalorditiva viene piuttosto di frequente condivisa online con la didascalia che sottolinea che quello ritratto sia il Lago Kawaguchi vicino al Monte Fuji in Giappone.

Il lago Kawaguchi si trova effettivamente poco distante dal Monte Fuji, ma tale foto non mostra questo lago giapponese. Infatti, si tratta di una foto falsa che combina almeno tre immagini, realizzata da Robert Jahns, ovvero un fotografo e un artista digitale che piuttosto di frequente pubblica il suo lavoro con il nickname di Nois7 su Instagram. Tale immagine è stata pubblicata sulla sua pagina il 29 maggio scorso con una specifica didascalia.

Gran parte delle creazioni digitali di Jahn sono state scambiate per delle immagini autentiche. Uno dei suoi capolavori più apprezzati mostra una balena di grandi dimensioni che nuota attraverso il Canale di Venezia (ed è chiaramente un falso).

L’immagine presunta del Lago Kawaguchi è stata creata combinando almeno tre immagini diverse. Si tratta del primo piano di questa immagine che mostra, in realtà, un bacino di riserva a Washington DC. Non è stato possibile identificare con esattezza la fonte della foto di montagna, ma tale immagine del Monte Fuji si può trovare su tanti siti web di sfondi desktop. L’immagine del molo e della barca probabilmente proveniva ancora da una terza foto.

Le foto autentiche del Lago Kawaguchi sono piuttosto simili a questa, effettivamente. Ad esempio la seguente immagine, dove ci sono fiori di ciliegio, uno specchio d’acqua baciato dal sole e una catena montuosa sullo sfondo.


Come si può notare, la più importante differenza, in confronto alla foto falsa in cui era presente una barca, è che tale foto del Lago Kawaguchi mostra un luogo reale, che si può davvero visitare, mentre l’altra era solamente frutto dell’immaginazione e della capacità di combinare le foto con un computer.

L’articolo BUFALA Questa foto mostra il lago Kawaguchi in Giappone (foto) sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

NOTIZIA VERA Questi sono due ragazzi colpiti dal vaiolo (foto)

Questa foto mostra le drammatiche differenze tra due ragazzi che sono stati esposti alla medesima fonte di vaiolo.

L’immagine è vera.

L’importanza della vaccinazione contro il vaiolo spesso passa quasi inosservata nella società attuale, dal momento che tale patologia è stata sradicata ufficialmente negli anni Ottanta. Gli utenti del web, però, hanno imparato a conoscere questa terribile malattia grazie ad una foto che è diventata virale su Facebook. Questa immagine scioccante mostra due bambini che erano stati esposti alla medesima fonte di vaiolo che è stata inviata a Reddit.

Si tratta di una foto autentica che è stata scattata nei primi anni del 1900 da parte del Dottor Allan Warner presso il reparto di isolamento dell’Ospedale di Leicester, nel Regno Unito. Warner ha fotografato un buon numero di pazienti colpiti da vaiolo per studiare ogni aspetto della malattia. Nel 1906 la Scottish Medical and Surgical Journal ha evidenziato quanto sia stato fondamentale il lavoro svolto da Warner.

La rivista medica sta facendo riferimento ad una serie di immagini di Warner che erano state in origine pubblicate su Atlas Of Clinical Medicine, Surgery and Pathology qualche anno prima, nel 1901. Questa specifica foto, originariamente, era accompagnata dalla didascalia che riportava che entrambi i bambini avevano 13 anni ed erano stati colpiti dallo stesso ceppo di vaiolo nel medesimo giorno, ma solamente uno dei due era stato vaccinato.

Altre immagini di questo tipo si possono trovare in questo volume. Ad esempio, le seguenti foto mostrano due sorelle di 21 e 15 anni che sono state esposte alla stessa fonte di vaiolo nello stesso giorno. Anche in questo caso, solamente una delle due sorelle è stata sottoposta a vaccinazione.

 

 

L’articolo NOTIZIA VERA Questi sono due ragazzi colpiti dal vaiolo (foto) sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

NOTIZIA VERA Sacile: Testa maiale a casa richiedenti asilo – bufale.net

Ci segnalano i nostri contatti un post Facebook apparso su alcuni profili, tra cui quello del deputato ed ex presidente del FVG Debora Serracchiani

Come al solito non possiamo che stupirci dello scetticismo selettivo di chi è pronto a spergiurare di aver sentito Giobbe Covatta prodursi in affermazioni razziste e di essere pronto a telefonare a Rosy Abate, la Regina della Mafia per salvare l’Italia dal crimine una minaccia alla volta, ma, improvvisamente, davanti ad una foto ed un appello circostanziato diventa un novello San Tommaso.

Partiamo con ordine dalle fonti: secondo ANSA

SACILE (PORDENONE), 15 GIU – Una testa di maiale mozzata appoggiata sulla recinzione di un alloggio che ospita otto richiedenti asilo: è stata trovata questa mattina, a Sacile (Pordenone), dagli occupanti della casa che si stavano accingendo a partecipare all’odierna festa per la fine del Ramadan. Sono stati immediatamente allertati i carabinieri della locale Compagnia, che hanno fatto rimuovere la testa e alcune interiora di maiale da parte di personale della municipalizzata.
Secondo quanto si apprende, gli otto richiedenti asilo non hanno mai creato problemi né i vicini o la comunità locale si sarebbero mai lamentati della loro presenza. Sono in corso accertamenti per risalire agli autori del gesto. I migranti non hanno voluto fare denuncia pur ritenendo l’accaduto offensivo e irriguardoso in merito alla loro cultura religiosa. La città di Sacile è la seconda per popolazione della provincia di Pordenone e non ci sono mai stati segnali di intolleranza.

Il movente xenofobo del gesto è evidente: essendo il maiale un animale tradizionalmente impuro nelle fedi islamiche ed ebraica appendere le budella e la testa smembrate di un maiale è un gesto che racchiude in sè una forte componente di intimidazione (riecheggiando il Don Corleone cinematografico che fa ritrovare al consigliere Woltz una testa di cavallo mozzata nel letto come intimidazione per convincerlo a lanciare la carriera artistica del figlioccio) ed una componente xenofoba marcatamente ostentata, cercando di dissacrare i festeggiamenti per la fine del Ramadan.

Nonostante i richiedenti asilo non abbiano voluto sporgere denuncia, il sindaco di Sacile Carlo Spagnol, in quota Forza Italia ed eletto il 13 maggio, ha deciso di andare in fondo alla vicenda

“Tutti assieme – ha sottolineato – dobbiamo condannare questo gesto nel modo più assoluto, è necessario che vengano individuati i responsabili, sanzionandoli adeguatamente. Si tratta di un gesto sconsiderato. La nostra città non ha mai avuto problemi di alcun tipo con i migranti in una comunità di quasi 20 mila abitanti, sono sempre stati al massimo una quindicina, anche meno”. Secondo Spagnol, non si è mai percepita tensione per l’accoglienza dei profughi: la città è stata investita in modo del tutto marginale da questo fenomeno, la presenza è assolutamente sotto controllo. A maggior ragione, va rilevata la gravità di quanto successo dal punto di vista sociale. A prescindere che si tratti di rancori personali o interessi generali, legati al credo religioso degli inquilini, è prioritario sapere chi è stato per punirlo”.

Non possiamo che sostenerlo, condannando fermamente questo gravissimo gesto di discriminazione razziale e soprendendoci di chi è stato forse troppo frettoloso nel cercare di farcelo asseverare come bufala.

L’articolo NOTIZIA VERA Sacile: Testa maiale a casa richiedenti asilo – bufale.net sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

NOTIZIA VERA Sacile: Testa maiale a casa richiedenti asilo – bufale.net

Ci segnalano i nostri contatti un post Facebook apparso su alcuni profili, tra cui quello del deputato ed ex presidente del FVG Debora Serracchiani

Come al solito non possiamo che stupirci dello scetticismo selettivo di chi è pronto a spergiurare di aver sentito Giobbe Covatta prodursi in affermazioni razziste e di essere pronto a telefonare a Rosy Abate, la Regina della Mafia per salvare l’Italia dal crimine una minaccia alla volta, ma, improvvisamente, davanti ad una foto ed un appello circostanziato diventa un novello San Tommaso.

Partiamo con ordine dalle fonti: secondo ANSA

SACILE (PORDENONE), 15 GIU – Una testa di maiale mozzata appoggiata sulla recinzione di un alloggio che ospita otto richiedenti asilo: è stata trovata questa mattina, a Sacile (Pordenone), dagli occupanti della casa che si stavano accingendo a partecipare all’odierna festa per la fine del Ramadan. Sono stati immediatamente allertati i carabinieri della locale Compagnia, che hanno fatto rimuovere la testa e alcune interiora di maiale da parte di personale della municipalizzata.
Secondo quanto si apprende, gli otto richiedenti asilo non hanno mai creato problemi né i vicini o la comunità locale si sarebbero mai lamentati della loro presenza. Sono in corso accertamenti per risalire agli autori del gesto. I migranti non hanno voluto fare denuncia pur ritenendo l’accaduto offensivo e irriguardoso in merito alla loro cultura religiosa. La città di Sacile è la seconda per popolazione della provincia di Pordenone e non ci sono mai stati segnali di intolleranza.

Il movente xenofobo del gesto è evidente: essendo il maiale un animale tradizionalmente impuro nelle fedi islamiche ed ebraica appendere le budella e la testa smembrate di un maiale è un gesto che racchiude in sè una forte componente di intimidazione (riecheggiando il Don Corleone cinematografico che fa ritrovare al consigliere Woltz una testa di cavallo mozzata nel letto come intimidazione per convincerlo a lanciare la carriera artistica del figlioccio) ed una componente xenofoba marcatamente ostentata, cercando di dissacrare i festeggiamenti per la fine del Ramadan.

Nonostante i richiedenti asilo non abbiano voluto sporgere denuncia, il sindaco di Sacile Carlo Spagnol, in quota Forza Italia ed eletto il 13 maggio, ha deciso di andare in fondo alla vicenda

“Tutti assieme – ha sottolineato – dobbiamo condannare questo gesto nel modo più assoluto, è necessario che vengano individuati i responsabili, sanzionandoli adeguatamente. Si tratta di un gesto sconsiderato. La nostra città non ha mai avuto problemi di alcun tipo con i migranti in una comunità di quasi 20 mila abitanti, sono sempre stati al massimo una quindicina, anche meno”. Secondo Spagnol, non si è mai percepita tensione per l’accoglienza dei profughi: la città è stata investita in modo del tutto marginale da questo fenomeno, la presenza è assolutamente sotto controllo. A maggior ragione, va rilevata la gravità di quanto successo dal punto di vista sociale. A prescindere che si tratti di rancori personali o interessi generali, legati al credo religioso degli inquilini, è prioritario sapere chi è stato per punirlo”.

Non possiamo che sostenerlo, condannando fermamente questo gravissimo gesto di discriminazione razziale e soprendendoci di chi è stato forse troppo frettoloso nel cercare di farcelo asseverare come bufala.

L’articolo NOTIZIA VERA Sacile: Testa maiale a casa richiedenti asilo – bufale.net sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

DISINFORMAZIONE Mamma cervo si fa mangiare da due ghepardi per salvare i cuccioli

Questa foto mostra un cervo che si è concesso in pasto a due ghepardi, facendosi catturare pur di permettere alla sua prole di salvarsi la vita scappando.

In realtà, la didascalia di questa foto ha nulla a che vedere con l’immagine stessa. Questa didascalia sostiene che una femmina di cervo ha voluto deliberatamente farsi catturare dai ghepardi per consentire ai due cuccioli cerbiatti di sfuggire ad un tragico destino.

Questa immagine, in realtà, fa parte di una serie di foto che sono state scattate dal fotografo Alison Buttigieg in Kenya nel 2013, che documentano la cattura di un cervo da parte di un gruppo di ghepardi. Come Alison ha spiegato, però, nella storia allegata alle fotografie, quello che è stato catturato dalla macchina fotografica non è stata una madre cervo che si sacrifica per proteggere la sua prole. In realtà, le cose stanno diversamente. Ovvero, le immagini mostrano un ghepardo che cerca di insegnare ai suoi cuccioli come uccidere la preda. Alla fine, dopo aver catturato un cervo, si può notare come i cuccioli di ghepardo non siano ancora in grado di comprendere come strangolare in modo efficace il cervo.

Come ha fatto notare Alison, è abbastanza insolita la calma e la freddezza del cervo per tutta la durata della “lezione”, quasi come se mancasse di interesse nel salvarsi la vita. Quel comportamento, però, non ha avuto nulla a che fare con un sacrificio da parte del cervo per consentire ai cerbiatti di sfuggire ad un simile destino.

Alcuni versioni di tale foto sostengono che la moglie del fotografo sia caduta in depressione dopo aver visto il set fotografico, ma la stessa donna ha voluto smentire quelle voci in una dichiarazione ad una televisione indiana.

L’articolo DISINFORMAZIONE Mamma cervo si fa mangiare da due ghepardi per salvare i cuccioli sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

NOTIZIA VERA E PRECISAZIONI Piero Fassino al Gay Pride (foto)

Un’immagine di Piero Fassino immortalato tra i partecipanti del Gay Pride sta circolando in questi giorni sulle bacheche dei principali social network:

La foto è autentica, ma riproporla in questi giorni potrebbe far pensare che sia stata scattata in occasione del Roma Pride 2018, tenutosi nella Capitale il 9 giugno.

In realtà lo scatto risale al Gay Pride tenutosi a Torino nel 2015, ed è comparsa per la prima volta sul quotidiano La Stampa il 28 giugno 2015, come riportano su NeXt Quotidiano:

Parliamo di precisazioni, dunque, per sottolineare che la foto è autentica (nessun fotomontaggio) ma è stata scattata nel capoluogo piemontese in occasione del Torino Pride del 2015. Alcuni, vedendola comparire nella propria Home, hanno creduto che Piero Fassino avesse partecipato al Roma Pride di Sabato 9 giugno 2018.

 

L’articolo NOTIZIA VERA E PRECISAZIONI Piero Fassino al Gay Pride (foto) sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

DISINFORMAZIONE Mamma cervo si fa mangiare da due ghepardi per salvare i cuccioli

Questa foto mostra un cervo che si è concesso in pasto a due ghepardi, facendosi catturare pur di permettere alla sua prole di salvarsi la vita scappando.

In realtà, la didascalia di questa foto ha nulla a che vedere con l’immagine stessa. Questa didascalia sostiene che una femmina di cervo ha voluto deliberatamente farsi catturare dai ghepardi per consentire ai due cuccioli cerbiatti di sfuggire ad un tragico destino.

Questa immagine, in realtà, fa parte di una serie di foto che sono state scattate dal fotografo Alison Buttigieg in Kenya nel 2013, che documentano la cattura di un cervo da parte di un gruppo di ghepardi. Come Alison ha spiegato, però, nella storia allegata alle fotografie, quello che è stato catturato dalla macchina fotografica non è stata una madre cervo che si sacrifica per proteggere la sua prole. In realtà, le cose stanno diversamente. Ovvero, le immagini mostrano un ghepardo che cerca di insegnare ai suoi cuccioli come uccidere la preda. Alla fine, dopo aver catturato un cervo, si può notare come i cuccioli di ghepardo non siano ancora in grado di comprendere come strangolare in modo efficace il cervo.

Come ha fatto notare Alison, è abbastanza insolita la calma e la freddezza del cervo per tutta la durata della “lezione”, quasi come se mancasse di interesse nel salvarsi la vita. Quel comportamento, però, non ha avuto nulla a che fare con un sacrificio da parte del cervo per consentire ai cerbiatti di sfuggire ad un simile destino.

Alcuni versioni di tale foto sostengono che la moglie del fotografo sia caduta in depressione dopo aver visto il set fotografico, ma la stessa donna ha voluto smentire quelle voci in una dichiarazione ad una televisione indiana.

L’articolo DISINFORMAZIONE Mamma cervo si fa mangiare da due ghepardi per salvare i cuccioli sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

NOTIZIA VERA E PRECISAZIONI Piero Fassino al Gay Pride (foto)

Un’immagine di Piero Fassino immortalato tra i partecipanti del Gay Pride sta circolando in questi giorni sulle bacheche dei principali social network:

La foto è autentica, ma riproporla in questi giorni potrebbe far pensare che sia stata scattata in occasione del Roma Pride 2018, tenutosi nella Capitale il 9 giugno.

In realtà lo scatto risale al Gay Pride tenutosi a Torino nel 2015, ed è comparsa per la prima volta sul quotidiano La Stampa il 28 giugno 2015, come riportano su NeXt Quotidiano:

Parliamo di precisazioni, dunque, per sottolineare che la foto è autentica (nessun fotomontaggio) ma è stata scattata nel capoluogo piemontese in occasione del Torino Pride del 2015. Alcuni, vedendola comparire nella propria Home, hanno creduto che Piero Fassino avesse partecipato al Roma Pride di Sabato 9 giugno 2018.

 

L’articolo NOTIZIA VERA E PRECISAZIONI Piero Fassino al Gay Pride (foto) sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

PRECISAZIONI Johnny Depp visibilmente dimagrito (Foto)

I fan dell’attore Johnny Depp, il Mani di Forbice per antonomasia, nelle ultime ore si stanno interrogando circa il suo stato di salute per via di alcune foto comparse nel web e nei social media che lo ritraggono visibilmente dimagrito:

Prima di tutto, l’attore e musicista si trovava in Russia per un tour con la sua band, The Hollywood Vampires, e si era prestato per scattare alcune foto con le sue fan al Four Seasons Hotel di San Pietroburgo.

Le foto hanno cominciato a circolare nei social media, spaventando i fan che attribuivano la nuova forma fisica a una presunta malattia. Una prima risposta arriva dalla pagina Facebook CineFacts:

L’ultimo ruolo interpretato da Johnny Depp è quello di un professore al quale diagnosticano una malattia terminale in “Richard says goodbye”. Ma continuate pure a pensare che sia dimagrito perché sta male, un po’ come quando era ingrassato nel 2015.

Su Hollywood Reporter, infatti, leggiamo che l’attore è stato impegnato nelle riprese di due pellicole: nel 2017 erano iniziate le riprese di Richard says goodbye, un film nel quale vestiva il ruolo di un docente al quale viene diagnosticata una grave malattia. Negli ultimi mesi, invece, Depp è stato scelto per interpretare il detective Russell Poole per il film City of lies, che ripercorre le vicende legate agli omicidi di Tupac Shakur e Notorious BIG.

In poche parole, come capitò a Christian Bale, che dovette letteralmente rimodellare il suo fisico sia per L’uomo senza sonno che per Il cavaliere oscuro, anche Johnny Depp, oggi, compare con una diversa corporatura per via dell’adattamento ai vari set cinematografici. Nel 2015 accadde il contrario: a Venezia, l’attore era apparso in occasione del Festival con una corporatura più grossa. Si trattava di un look adottato per le riprese del film Black Mass.

Johnny Depp a Venezia nel 2015 / bestmovie.it

 

 

 

 

L’articolo PRECISAZIONI Johnny Depp visibilmente dimagrito (Foto) sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

BUFALA Questa è la tempesta subtropicale Alberto a Pensacola Beach (foto)

Questa è una foto della tempesta subtropicale denominata Alberto che si sta avvicinando alla spiaggia di Pensacola?

Questa foto sembra mostrare la tempesta subtropicale Alberto mentre arriva pericolosamente nei pressi di Pensacola Beach, in Florida.

In realtà si tratta di un falso.

Qualche giorno fa, poco prima che iniziasse una nuova stagione di uragani che, stando alle previsioni, dovrebbe essere più intensa del solito, si è cominciata a diffondere un’immagine che mostrava presumibilmente una tempesta subtropicale che si stava avvicinando a Pensacola Beach. Diverse persone si sono cominciate a preoccupare.

In realtà non si tratta di una foto autentica, ma piuttosto di una parte di una grafica digitale realizzata dall’artista fotografico Brent Shavnore. Anche Snopes ha fatto chiarezza. È stato proprio l’artista a spiegarlo direttamente sulla pagina Facebook, sottolineando che tale foto sia stata realizzata mediante la combinazione di svariate immagini.

Shavnore ha voluto anche diffondere un video legato alle modalità con cui si è approcciato alla modifica dell’immagine della tempesta. Una foto ripresa dal seguente filmato, infatti, è stata sfruttata proprio come base per poter sviluppare successivamente la sua opera d’arte digitale.

In vari commenti che sono arrivati al di sotto di un post che è stato pubblicato su Instagram, l’artista Shavnore ha voluto anche aggiungere come abbia modificato il cielo appositamente per ricreare l’impressione di una forte tempesta in arrivo, usando decine e decine di filtri.

Per i più curiosi, una versione ad alta risoluzione di tale immagini si può trovare su Fine Art America ed è stata ribattezzata “Upside Down Sky – Pensacola Beach”.

 

L’articolo BUFALA Questa è la tempesta subtropicale Alberto a Pensacola Beach (foto) sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.