AGGIORNAMENTO Attimi di follia nel napoletano, immigrato sfascia 7 auto e viene pestato

Poche ore fa pubblicavamo la nostra analisi in corso su un caso di Acerra, dove un immigrato, nella sera dell’11 luglio, aveva sfasciato 7 auto e veniva pestato dai residenti. La notizia veniva riportata da Meridiano News e La Rampa.

Secondo la ricostruzione delle due fonti, l’uomo circolava per Via Soriano con una mazza di legno e aveva preso a demolire le auto che incontrava lungo il percorso, creando dei danni sia su due vetture in sosta che su altre cinque in transito. Poco dopo (secondo Meridiano News) veniva fermato e picchiato da alcuni residenti, per poi venire immortalato disteso sull’asfalto dopo l’arrivo delle forze dell’ordine. Secondo La Rampa, l’immigrato era sotto l’effetto dell’alcol, mentre Meridiano News riportava che presumibilmente l’uomo fosse sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

Grazie a una nostra lettrice, abbiamo trovato un ulteriore riscontro su L’indisponente, una sito di informazione locale, che ha riportato ulteriori dettagli.

Secondo questa fonte, l’uomo ha perpetrato danni su più di 10 automobili sia in Via San Francesco d’Assisi che in Via Soriano, tanto da portare all’intervento della Polizia di Stato e dei Carabinieri. L’uomo era risultato incapace di intendere per le sue condizioni psico-fisiche, ma nonostante questo opponeva una certa resistenza che aveva costretto gli agenti ad accerchiarlo per evitare che provocasse altri danni.

Sul luogo era giunto anche il personale sanitario per prestargli le prime cure, ma l’uomo continuava ad opporre resistenza.

L’uomo riverso a terra (al centro) insieme agli agenti e a un operatore sanitario, con alcuni residenti / L’indisponente

La vicenda è riportata anche in un post della pagina Facebook Giornale Tablò:

Un giovane extracomunitario, circa 20 minuti fa, in via Soriano con una spranga ha distrutto i parabrezza di diverse auto sia in sosta che in movimento.
Il giovane, apparentemente ubriaco, pronunciava frasi incomprensibili mentre con la spranga di ferro prendeva a colpi le auto. Riversato per terra, forse ferito, è in attesa del 118.

Si parla, dunque, di stato di ubriachezza (presunta secondo Giornale Tablò) anche per quanto riguarda il titolo usato da L’indisponente – “Ultim’ora Acerra. Ubriaco E Armato Di Mazza Distrugge Auto In Pieno Centro” – ma non viene riportata l’azione vendicativa dei residenti, che secondo Meridiano News avrebbero pestato l’uomo.

Resta ignoto, ancora, l’epilogo della vicenda, che vi riporteremo in un prossimo articolo.

L’articolo AGGIORNAMENTO Attimi di follia nel napoletano, immigrato sfascia 7 auto e viene pestato sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

ANALISI IN CORSO Attimi di follia nel napoletano, immigrato sfascia 7 auto e viene pestato

I nostri lettori ci segnalano un articolo pubblicato il 12 luglio 2018 su Il Meridiano News, che riporta un caso avvenuto ad Acerra, dove un immigrato ha sfasciato 7 auto:

Attimi di follia nel napoletano, immigrato sfascia 7 auto e viene pestato

Presumibilmente l’uomo è stato accompagnato in ospedale per ricevere le cure mediche

ACERRA – Attimi di pura follia quelli che si sono vissuti nella serata di ieri ad Acerra, dove un immigrato, forse sotto effetti di stupefacenti, ha sfasciato ben sette auto, due delle quali in sosta e le altre cinque mentre transitavano in zona con a bordo anche bambini.

Fermato dai residenti, l’immigrato è stato bloccato e pestato violentemente. Immediatamente dopo è stata chiamata la Polizia. Sul posto sono arrivati gli agenti che hanno ritrovato l’uomo a terra, dolorante e sembrava dicesse cose senza senso. Presumibilmente l’uomo è stato accompagnato in ospedale per ricevere le cure mediche.

Dal video si possono notare le auto sfasciate e la rabbia dei residenti della zona che oramai sono esausti di subire continue aggressioni.

Purtroppo non viene incorporato alcun video, ma troviamo un brevissimo filmato – di appena 5 secondi – sulla pagina Facebook La Rampa:

Il video mostra l’uomo riverso sull’asfalto, con maglietta alzata e calzoni leggermente calati, che solleva le braccia e dice “Fa male a tutti!”, circondato da alcune persone e dagli agenti. Un articolo pubblicato su La Rampa riporta più dettagli:

“Stasera mentre ero a casa di amici, abbiamo sentito diversi rumori simili a quelli di vetri sfondati. Affacciatosi dal balcone, abbiamo visto come un immigrato sfondava con una mazza di legno i parabrezza delle auto”. E’ la testimonianza di una persona che ha assistito la violenta scena accaduta questa sera in Via Giovanni Soriano ad Acerra, nel Napoletano.

L’extracomunitario, in balia di alcol, ha distrutto anche diversi finestrini della auto parcheggiate. Non contento e non cosciente si è catapultato anche sulle auto che transitavano in quel momento. Sul posto sono giunti Polizia e Carabinieri.

Una delle auto vandalizzate / La Rampa

Riepilogando, un immigrato, ad Acerra, durante la serata dell’11 luglio, ha cominciato a vandalizzare alcune auto: due in sosta ed altre cinque in transito, in Via Giovanni Soriano. L’uomo faceva uso di una mazza di legno, e all’interno delle auto in transito c’erano anche dei bambini. La RampaIl Meridiano News, rispettivamente, parlano di effetti dell’alcol e di sostanze stupefacenti, e specie in quest’ultimo caso non viene data certezza. In seguito, l’uomo è stato fermato e – solo secondo Il Meridiano News – pestato dai residenti poco prima dell’arrivo delle forze dell’ordine.

Per testimoniare la vicenda sono state pubblicate alcune foto di auto danneggiate e un brevissimo video in cui viene mostrato l’uomo riverso sull’asfalto. Per il momento abbiamo solamente queste fonti, ma nessun altro riscontro. Dobbiamo considerare, quindi, questa analisi ancora in corso, nell’attesa di ulteriori aggiornamenti da parte delle testate locali e nazionali.

Sulla vicenda dell’immigrato sorpreso a danneggiare 7 auto ad Acerra saremo lieti di aggiornarvi in un prossimo articolo.

 

L’articolo ANALISI IN CORSO Attimi di follia nel napoletano, immigrato sfascia 7 auto e viene pestato sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

BUFALA Pomeriggi estivi nei centri di accoglienza d’Italia – bufale.net

Esiste un tipo di bufala di sicura efficacia: si prende una foto priva di alcun contesto, si lancia un canovaccio indinniato ed indinniante (punti extra per contenuti hot del momento, come immigrazione e simili) e si aspetta la folla urlante pronta a credere alla storiella assurda che hai inventato per due likes sonanti.

Pomeriggi estivi nei centri di accoglienza d’Italia : Birra, Oro, Sigarette , Cellulari e Fancazzismo….Quando gli italiani faticano a comprare il pane quotidiano

Vi risparmiamo il resto dei commenti, fortemente xenofobi, inseriti negli altri commenti e nelle oltre 30.000 condivisioni, e ci limitiamo ad evidenziare la profonda dissonanza cognitiva del leone da tastiera medio.

Infatti parliamo di persone incapaci nella loro profonda xenofobia anche solo di concepire l’idea di una persona di colore economicamente benestante: nel loro mondo immaginario la ricchezza e la felicità sono beni che una divinità occulta ha concesso solo ai bianchi Figli di Ario, mente l’uomo di colore, per natura non può che esistere nello stato allotropico di cencioso pezzente costretto a chiedere l’elemosina all’uomo bianco per vivere o tronfio accattone che riceve immeritati lussi dai Centri di Accoglienza, enti che nell’immaginario collettivo, come il Prometeo dei miti che rubò il Fuoco e la Tecnica agli Dei per consegnarla all’inferiore razza umana, strappano all’Uomo Bianco il loro benessere per distribuirlo allo straniero.

Una simile mentalità ha già portato ad orrori trascendentali come folle di indinniati speciali pronti a scagliarsi contro Magic Johnson dopo aver visto la sua foto su un articolo di satira, e la serie di foto di cui fa parte quella che state vedendo a fare il giro di Internet.

Si tratta infatti di un gruppo di foto che abbiamo rivisto recentemente legato a tutt’altra notizia, usate precedentemente come foto di immigrati in Puglia invitati da Emiliano o come foto di risorse che scappano dalla guerra quando in realtà sono scatti rubati ad un festino del 2014 dei rapper Bobi Wine e Jose Chameleone.

Bobi Wine infatti, al secolo Robert Kyagulanyi Ssentamu, ha negli anni dimostrato di essere un autentico uomo Rinascimentale: rapper, attore, pugile, attivista e politico, ad oggi parlamentare in Uganda, assumendo una personalità pubblica meno eccessiva e più completa, mentre Jose Chameleone, sia pur rimanendo un rapper, continua a lanciare raccolte di fondi per la lotta all’HIV ed il recupero dei bambini soldato.

Ma si sa, come abbiamo detto per l’Indinniato Medio il benessere non può certo toccare a qualcuno con la pelle nera e l’esistenza di un attivista/rapper/politico Ugandese è più che sufficiente per mandarlo in grave confusione.

L’articolo BUFALA Pomeriggi estivi nei centri di accoglienza d’Italia – bufale.net sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.

BUFALA Quando sei un clandestino sbarcato a Lampedusa perché fuggi dal rinnovo settimanale della palestra – bufale.net

Se c’è una cosa che ci fa ribrezzo della c.d. “controinformazione” è che la stessa, sempre a caccia di click, flagelli il proverbiale cavallo morto, cavalcando fino allo sfinimento il tormentone del momento, e sbrinando dai loro putridi frigoriferi di avanzi ciarpame inedibile.

E quello che ci irrita ancora di più, è il numero di indinniati speciali che vanno loro dietro, dimostrando che la folla 2.0 non è un’evoluzione rispetto al modello analogico, acefalo e ignorante, descritto da Alessandro Manzoni.

Scopriamo così il ritorno in gran voga di una vecchia bufala rimossa dal suo primo condivisore, riportata in vita da un profilo che ha deciso di arricchirla di una didascalia in foto ed una censura improvvisata

Quando sei un clandestino appena sbarcato a Lampedusa perché si fugge dalla guerra, dalla fame, dagli anabolizzanti e dal rinnovo mensile della palestra.

Decade anche la iocandi causa, l’estemporanea burla di un troll in vena di scherzi perché dal profilo dove abbiamo pizzicato il ritorno in vita di questa bufala, con 1420 condivisioni fresche fresche, troviamo questo commento che dichiara il parere del postante

😆!!! Parlando seriamente, é una foto davvero originale, di uno di questi migranti?

A dire il vero credo di sì…poi sai, io non c’ero. 😉

E credi molto male, amico viralizzatore. Nel caso tu ci stia leggendo, vogliamo che tu sappia come tu sia imbattuto in una bufala tratta dal bizzarro sottobosco dell’alt-right polacco, che similmente con fare derisorio presentava la scena come “Un povero profugo affamato” nell’ormai lontano 2015, di cui ci siamo occupati estensivamente qui.

È passato infatti solo un anno da quando le foto di un articolo australiano del 2013, relativo ad un traffico illegale di steroidi per via mare dalla Thailandia all’Australia finì col sequestro di 5.586 pastiglie occultate in scatole di vitamine e sali da bagno.

È indubitabilmente un reato abbastanza bizzarro da noi, ma non per gli Australiani, che hanno vietato per legge ogni droga atta a migliorare le perfomances sportive e fisiche sin dal 1901

Ci chiediamo come dopo anni di debunking e, dinanzi all’ovvia foto di un palestrato australiano censurato male che tenta di comprare droghe illegali nel suo paese da un contrabbandiere, si possa arrivare a vedere immigrati immaginari.

L’articolo BUFALA Quando sei un clandestino sbarcato a Lampedusa perché fuggi dal rinnovo settimanale della palestra – bufale.net sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale – fake news – bufale facebook.